Non riesce nell’impresa di bissare il successo dell’andata la Famila Muri Antichi, che nel derby catanese contro la Nuoto Catania è costretta a cedere al cospetto di una Nuoto Catania che ha dimostrato di essere più in palla e maggiormente vogliosa di vincere. La prima sorpresa di giornata la si può vedere dalle formazioni che scendono in campo. Per la Famila out Barbaric per un problema alla cervicale, con la formazione di Maugeri che è costretta quindi ad affrontare il derby senza uno dei giocatori più rappresentativi. L’inizio dei padroni di casa è fulmineo  grazie alle reti di Parisi e Giorgio Torrisi. Per i Muri Antichi piove sul bagnato, quando a 2’32” dal termine del primo parziale in uno scontro fortuito Cassone ha la peggio rimediando un taglio sotto la mandibola con il numero 9 della Famila che è costretto ad uscire fuori dalla vasca. La Nuoto Catania dilaga ancora con Parisi (poco prima spreca Indelicato da ottima posizione), Sparacino, con un tiro dalla distanza e ancora con Torrisi che su rigore porta i suoi sul 6-0 al termine del secondo parziale. La Famila sbaglia troppo, anche degli appoggio semplici, il massimo vantaggio degli uomini di Dato arriva sull’8-0, con le marcature di Massa e ancora di un ispirato Sparacino. Il primo gol dei Muri arriva oltre la metà del terzo parziale con Muscuso, che con l’uomo in più mette dentro il gol dell’8-1. Troppo tardi per la Famila sperare in un recupero. Zappalà e la doppietta di Indelicato rendono meno amaro il passivo finale (10-4) ma non serve a nulla per una partita già compromessa dopo i primi due parziali. “L’assenza di Barbaric e l’infortunio di Cassone – puntualizza il tecnico Mauro Maugeri – non devono assolutamente essere un alibi, tutti i giocatori conoscono i movimenti quindi non cerchiamo scuse. Per come la squadra ha affrontato la partita avremmo perso ugualmente, non possiamo sbagliare dei passaggi elementari in una partita del genere. La Nuoto Catania ha dimostrato più voglia di vincere rispetto a noi, questa sconfitta servirà da lezione a tutti, già da lunedì rivedremo molte cose, soprattutto l’aspetto mentale, spero che da questo punto di vista i ragazzi non siano già sazi”.

 

NUOTO CATANIA-POL. MURI ANTICHI- 10-4

 

NUOTO CATANIA: Pellegrino, Catania, Maiolino, Torrisi C., Sparacino 3, Privitera, Torrisi G. 3 (1 rig.), Condemi, Kacar 1, Parisi 2, Russo, Massa 1, Spampinato. All. Dato.

POL. MURI ANTICHI: Vittoria, Scebba, Scuderi, Marchese, Mannino, Reina, Scirè, Zappalà 1, Cassone, Indelicato 2, Paratore, Muscuso 1, Caltabiano. All. Maugeri.

Arbitri: Pinato e Polimeni.

Note: parziali 3-0, 3-0, 2-1, 2-3. Usciti per limite di falli Catania, Maiolino e Torrisi C. (NC), Scuderi (MA) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Civitavecchia 3/5 più 1 rig realizzato. Muri Antichi 3/11, Spettatori 500 circa.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi