ROMA – “Fallito il tentativo di mediazione del Governo” sulla vertenza Almaviva Contact, “3000 licenziamenti sono più vicini“. E’ quanto sostengono le segreterie nazionali di Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil, in una nota unitaria dopo che la riunione di ieri al Mise “non ha consentito di raggiungere un accordo”.

Per le tre sigle, “il Governo ha presentato una proposta di percorso ad azienda e organizzazioni sindacali che fissa obiettivi difficilmente conciliabili. Le parti hanno già fissato due incontri, i prossimi 26 e 29 aprile, per approfondire le tematiche. Nel caso si evidenziasse l’impossibilità di raggiungere un’intesa sarà necessaria una nuova convocazione in sede ministeriale, perché risulterebbe inaccettabile la resa del Governo che renderebbe i licenziamenti una certezza“.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi