MILITELLO IN VAL DI CATANIA – Non è bastata la sala Prof. Santo Marino del Museo Civico “S. Guzzone” a contenere i tanti intervenuti all’incontro organizzato dalla Confcommercio dal titolo: “Finanziamenti in Agricoltura”. Consulenti commerciali e operatori del settore, molti purtroppo rimasti in piedi, desiderosi di conoscere le misure di finanziamento più adatte alle loro imprese o più vicine alle loro nuove idee imprenditoriali. La loro nutrita presenza ha messo in evidenza una grande voglia di riscatto soprattutto da parte dei giovani, presenti numerosi.

Dopo i saluti del Sindaco della città Giuseppe Fucile, l’intervento del presidente regionale di Confcommercio Pietro Agen ha sottolineato l’importanza di questo settore per lo sviluppo dell’intero sistema economico; il vice direttore di Confcommercio Catania Giuseppe Cusumano, invece, ha spiegato le motivazioni che hanno indotto Confcommercio ad organizzare un’iniziativa legata al mondo dell’agricoltura spiegando che il compito dell’associazione è quello di stimolare la nascita di nuove iniziative anche se in settori diversi da quello commerciale, un comparto che subisce passivamente l’evoluzione positiva o negativa del sistema economico in generale.

E’ seguito l’intervento dell’agronomo Alfio Pappalardo, esperto in finanza agevolata, il quale ha illustrato tutte le misure di finanziamento in agricoltura rivolte a chi intende avviare un’impresa o a chi già ne è titolare e volesse accrescerne la capacità produttiva favorendo occupazione con l’acquisto di macchinari ed attrezzature o il terreno, con contributi a fondo perduto fino al 60% ed al 70 % nel caso l’investimento fosse realizzato in zone svantaggiate.

Un aspetto importante, emerso durante l’incontro, è la necessità di favorire l’associazionismo tra le imprese, che rappresenta un pò in tutti i settori e principalmente in agricoltura, la chiave del successo. Mettersi insieme, infatti, facilita l’investimento, l’accesso al credito, il contenimento dei costi e la capacità distributiva.

“Con questo appuntamento – conclude Giuseppe Cusumano -, Confcommercio si augura di aver trasmesso gli stimoli giusti per l’avvio di nuove iniziative produttive e l’entusiasmo per il potenziamento delle attività già in essere, affinchè il nostro Sistema possa crescere e della crescita potersene avvantaggiare tutti”.

Numerose sono state le domande pertinenti e interessate da parte del pubblico e grande interesse ha suscitato l’intervento del rappresentante di un neonato consorzio di produttori olivicoli il quale ha spiegato ai presenti l’importanza e il percorso intrapreso per la creazione di un gruppo di operatori agricoli.

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi