“Nell’ambito della vertenza Almaviva abbiamo salutato con soddisfazione il ritiro dei licenziamenti e l’avvio dei contratti di solidarietà per permettere al Governo di presentare alcune proposte che noi di Idv riteniamo dirimenti per il futuro occupazionale e industriale dei call center, tra le quali: per le aziende che hanno delocalizzato fuori dalla comunità europea e partecipano a gare e appalti in Italia è indispensabile una tassazione specifica; nel caso di cambio d’appalto deve esserci una clausola sociale che preveda l’assunzione dei lavoratori da parte di chi ha vinto la gara”.

Lo ha detto il segretario nazionale di Italia dei Valori Ignazio Messina.

“Idv – ha ricordato – ha seguito sin dall’inizio la vicenda di Almaviva che aveva aperto la procedura di licenziamento per 2988 dipendenti, di cui il 50% a Palermo e tutti gli altri nel resto del mezzogiorno. Ci era chiaro, ed è stato confermato dall’intesa raggiunta, che nella regolamentazione del settore dei call center il governo deve svolgere un ruolo fondamentale. Su questa vicenda Idv porterà le proprie proposte anche in Parlamento per ottenere dall’esecutivo che i necessari provvedimenti vengano varati nei tempi previsti”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi