CATANIA – Settecentoquaranta milioni di euro che possano realmente cambiare il volto di Catania e renderla finalmente una città europea a tutti gli effetti.

La visita del presidente del Consiglio Matteo Renzi non sia solo occasione di fare l’ennesima passerella politica da parte del sindaco Bianco, ma sviluppo concreto per tutti quei quartieri periferici colpevolmente abbandonati da questa amministrazione.

Nella circoscrizione di “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo” gli interventi strategici riguardano il completamento della  rete di metanizzazione, la dotazione di una pista ciclabile al riparo dal traffico quotidiano e l’implemento del turismo. E ancora, la valorizzazione del nostro patrimonio culturale attraverso l’apertura del Lavatoio di Cibali, la riqualificazione della Casbah Cifalota, l’apertura delle grotte a San Giovanni Galermo, la riscoperta dei rifugi antiaerei della seconda guerra mondiale, la sicurezza dei nostri impianti sportivi e dei nostri parchi vandalizzati.

Problemi e disagi che  Erio Buceti, consigliere della IV municipalità, segnala da tempo. Richieste puntualmente cadute nel vuoto con il territorio che paga un grosso prezzo in termini di vivibilità e sicurezza. Nodi che riguardano anche le municipalità confinanti. Oggi ci sono tutti quei segnali per dare finalmente quella svolta che possa eliminare incompiute e carenze. E’ fondamentale una programmazione oculata altrimenti, tra pochi anni, parleremo dell’ennesima occasione persa per la città metropolitana di Catania.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi