CATANIA – Nella recente legge di stabilità della Regione Siciliana, pubblicata nella Gazzetta ufficiale dello scorso 18 marzo,  è stata recepita finalmente la legge quadro nazionale che regolamenta tale figura e contestualmente è stata abrogata la precedente legge regionale 8/2004, mai effettivamente applicata, sulle guide naturalistiche o ambientali escursionistiche. La volontà dell’assessore al Turismo, Anthony  Barbagallo, che ha dichiarato che a breve verranno autorizzate circa 500 nuove guide, appare evidentemente quella di voler dare slancio al turismo regionale partendo dalla formazione di nuovi professionisti, nella fattispecie di inglobare in un elenco speciale come prevede la legge, i numerosi accompagnatori escursionistici in possesso di determinati requisiti, che attendevano da tempo delle procedure chiare per poter operare a norma di legge in tutte le aree naturali della regione. gruppoTutto ciò per concretizzarsi, dovrà però essere stabilito da un decreto assessoriale entro 60 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta. Pertanto non oltre il prossimo 17 maggio si dovranno pubblicare sia le procedure per l’eventuale esame abilitante per le guide ambientali escursionistiche/naturalistiche che sono già in possesso di determinati requisiti, si suppone per coloro che hanno già dei titoli equipollenti o per chi abbia frequentato corsi di formazione specifici con enti di formazioni o da associazioni di categoria. Inoltre si dovranno determinare le future procedure d’esame per le aspiranti future guide. Il tutto finalizzato all’obiettivo di creare numerosi nuovi sbocchi professionali in un ambito turistico che, considerata l’enorme domanda di questa tipologia di escursioni, potrebbe e dovrebbe essere tra i più importanti date le straordinarie aree di interesse naturalistico che vanta la Sicilia.
Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi