Una storia contemporanea dal sapore antico. Un noir made in Italy che, oltre a trascinare il lettore nella vita della protagonista, permette di respirare i fasti dell’antica Roma. Il tutto grazie a un  cammeo  che diventa coprotagonista.

Oggi pomeriggio, al Palazzo della Cultura di Catania, la scrittrice catanese Barbara Bellomo presenta la sua nuova  fatica letteraria: La ladra di ricordi, Salani Editore. Appuntamento alle ore 18.

Oltre all’autrice, sarà presente anche Luigi Spagnol, editore italiano di Harry Potter e amministratore delegato del gruppo GeMS.

unnamedProtagonista è Isabella De Clio, archeologa siciliana specializzata in arte antica: seria e spigolosa. Delusa dalla vita e dagli uomini, sta finendo una borsa di studio che potrebbe lanciarla nel circuito dei più grandi musei del mondo. Nel labirinto accademico, si inserisce all’improvviso l’inspiegabile omicidio di una donna dall’oscuro passato, che ha a che fare con un prezioso cammeo di età augustea. È proprio questo cammeo a coinvolgere Isabella nelle indagini, a fianco all’affascinante commissario Caccia, appassionato di Jazz, al professore Giacomo Nardi, ormai vicino alla pensione, e al nipote della vittima.Il cammeo perduto innesca una storia che intreccia la Roma del I secolo a.C. e porta fino all’Italia contemporanea.

La Bellomo, al terzo romanzo, ha un dottorato di ricerca in storia antica e ha svolto attività di ricerca come assegnista presso la cattedra di Storia romana dell’Università di Catania. Attualmente è docente di ruolo di lettere al Nautico di Catania. All’attivo ha diverse pubblicazioni di storia romana, tra cui recensioni, articoli e una monografia dal titolo Le immunità ecclesiastiche. Dinamiche sociali, religiose ed economiche da Costantino a Teodosio II, (Il Cigno, Roma 2006).

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi