GELA – Beni del valore di 25 milioni di euro sono stati confiscati dalla Dia, su decreto della corte d’appello di Caltanissetta, a un imprenditore edile di Gela, Sandro Missuto, 36 anni, ritenuto dagli inquirenti appartenente alla famiglia mafiosa degli Emmanuello. Il provvedimento di confisca definitiva riguarda due imprese operanti nel settore dell’edilizia e in particolare nella produzione, trasporto e vendita di calcestruzzo nonché nei lavori di demolizione di fabbricati e nella sistemazione dei suoli. Confiscati anche conto-correnti, titoli e immobili nel territorio di Gela.

(fonte: Ansa.it)

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi