PALERMO – Primo incontro ufficiale tra la nuova governante Ast e i sindacati. Alla presenza di tutte le sigle sindacali, il neo presidente dell’Azienda Siciliana Trasporti, Massimo Finocchiaro, ha illustrato il lavoro svolto nei primi sessanta giorni dal suo insediamento.  Finocchiaro ha quindi sottolineato l’importanza del nuovo Piano regionale trasporti dal quale potranno arrivare cospicue risorse per consolidare l’Azienda ed annunciato pure l’avvio di una trattativa con la Regione per un riassetto delle figure organizzative delle strutture.

All’incontro hanno partecipato i segretari regionali Amedeo Benigno (Cisl), Agostino Falanga (Uil), Antonino La Barbera (Cobas), Orazio La Pinta (Faisa), Giuseppe Scannella (Ugl), Franco Spanò (Cgil).

“La riunione si è svolta in un clima di grande armonia – afferma il presidente Finocchiaro – e ne seguiranno altre con cadenze programmate. Nel corso dell’incontro è stato illustrato il lavoro fin qui svolto dal nuovo Cda, a cominciare dalla volontà di acquistare nuovi mezzi per aumentare e migliorare la qualità della flotta aziendale”.

Il direttore generale dell’Ast, Ugo Fiduccia, ha focalizzato l’attenzione su quanto pubblicato sul sito aziendale, e in particolare l’avviso per consentire a quanti fossero interessati di poter partecipare alla gara. Si tratta di un’indagine di mercato conoscitiva e non vincolante per l’Ast, primo passo per l’avvio della procedura di acquisto dei nuovi bus.

Nel corso dell’assise, come anticipato, si è parlato dell’importanza del nuovo Piano regionale trasporti e delle grandi risorse che si possono intercettare per ristrutturare e consolidare l’Azienda e anche delle problematiche generali che il ritardo dello stesso ha sinora provocato nel settore e in particolare sull’andamento dell’Ast. Per questo motivo il presidente ha chiesto la partecipazione e il supporto di tutti. Finocchiaro infine ha annunciato che nelle prossime settimana sarà impegnato in una trattativa con il socio Regione per un riassetto delle figure organizzative delle strutture delle Agenzie di Catania, Messina, Modica, Palermo, Siracusa e Trapani e quelle della stessa Direzione generale.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi