MISTERBIANCO – Riflettori puntati sul polo commerciale di Misterbianco. Definire insieme i problemi, proporre le soluzioni, costruire una piattaforma di iniziative comuni, per garantire un futuro alla più antica area commerciale della provincia di Catania. Con questo spirito si è tenuto ieri un incontro tra Confcommercio ed alcuni operatori del Polo Commerciale di Misterbianco.

“Abbiamo messo tra le priorità del nostro programma – spiega  la Presidente di Confcommercio Rosalinda Scuderi –  il rilancio ed il recupero dell’abbandonata Zona Commerciale di Misterbianco, un gioiello sul quale è stato investito tanto in termini economici ed umani da chi, in tempi non sospetti, ci ha creduto veramente”.

La Presidente Scuderi insieme al segretario Francesco Fazio hanno auspicato l’inizio di una “Rivoluzione Copernicana”, che veda impegnati in prima linea le imprese che operano nel territorio. Dall’incontro e dal dibattito interno è nato un tavolo di lavoro permanente che vedrà impegnati, Pasquale Barbaro e Massimo Barone (AUCHAN), Nino Musumeci (GM Trade Gioielli), Angelo Caruso (Jobcreation), Carmelo Pistorio (Pistorio Srl), Josè Recca (Brasilrecca) e Francesco Zaccà (Zaccà Sport).

L’impegno del pool di imprenditori sarà quello di lavorare ad un progetto per far diventare “Zona Franca” il Polo Commerciale di Misterbianco, in modo da attrarre nuovi investimenti, verificare le aperture e chiusure delle Aziende del territorio negli ultimi 5 anni, quantificare il gettito dei tributi che le Imprese pagano al Comune e quanti di questi vengono reinvestiti in termini di infrastrutture e servizi per le Imprese stesse.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi