Carmelinda Comandatore

 

Andrà in onda questa sera la seconda puntata di Romanzo Siciliano, la nuova fiction di canale 5 prodotta da Taodue, diretta da Lucio Pellegrini e ambientata nella splendida Siracusa.

Protagonisti Fabrizio Bentivoglio, che vestirà i panni del Colonnello dei Carabinieri Sergio Spada, e Claudia Pandolfi, nel ruolo del PM Emma La Torre, impegnati nella lotta alla mafia.

Filo conduttore delle otto puntate, ispirate a fatti di cronaca realmente accaduti, che si propongono di mostrare al grande pubblico le nuove modalità attraverso cui agisce la malavita organizzata, mischiandosi, a vari livelli, col tessuto economico e politico del territorio siciliano, sarà la ricerca del super latitante Buscemi, il boss “senza volto”, interpretato da Ninni Bruschetta.

Nella puntata che andrà in onda questa sera entra in scena uno dei suoi scagnozzi, Mariano Grado, un malavitoso senza scrupoli, che ha il volto dell’attore catanese Carmelo Caccamo.

«Romanzo Siciliano – afferma Caccamo – è una serie che di sicuro non vuole ricalcare il modello di Squadra Antimafia. Ha tempi un po’ più lenti, in cui si racconta di fatti di cronaca reali, anche se riadattati alla fiction. Il mio personaggio, Mariano Grado, è uno degli uomini fidati del boss Buscemi, che si occuperà svariate volte di “ripulire” la scena del crimine».

– Ha incontrato delle difficoltà nell’accostarsi ad un personaggio diametralmente opposto rispetto a quelli finora interpretati in teatro e in televisione ?

«Confesso che per me, che sono abituato a fare il comico, non è stato facile, ma al tempo stesso è stato molto stimolante. Pur facendo cabaret, da sempre sono stato attirato dai ruoli drammatici, che mi è capitato in alcune occasioni di poter interpretare in teatro».

– Come risponde alle critiche di chi è stanco di guardare attraverso questa nuova fiction l’ennesimo clichè della Sicilia quale terra di mafia ?

«Non sono d’accordo. Aspetterei anche di vedere il resto delle puntate per dare un giudizio complessivo».

– A proposito di puntate future, cosa può anticiparci ?

«Posso dire che il mio personaggio non sparisce. Chissà che non abbia un seguito nella prossima stagione».

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi