Daniele Lo Porto

 

Cifre sparate a caso (dai 2 milioni di euro che avrebbe offerto Luca ai 50 che avrebbe chiesto il Catania), senza alcun fondamento perché del “quantum” tra l’imprenditore del pistacchio e il club rossazzurro neanche ci si è arrivati a discutere. Quasi a voler declassare un trattativa che non fu tale, ma un semplice, superficiale pour parler, arriva il comunicato della società etnea: “In relazione alle voci riportate da alcune testate giornalistiche nelle giornate di ieri ed oggi, Finaria S.p.A. precisa che non è mai stata avviata alcuna concreta trattativa con la società Bacco s.r.l. relativa alla vendita delle quote societarie del Calcio Catania S.p.A.     Conseguentemente, non è mai stata formulata una richiesta relativa al prezzo delle stesse”.

Insomma, se il primo impatto tra le due parti non è stato di grande positività, l’addio lo è ancor meno. Ma, non vorremmo sbagliare, più che un benservito all’imprenditore-tifoso, il comunicato sembra quasi un avviso per altri eventuali e futuri pretendenti. Della serie: “Astenersi perditempo…”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi