LAMPEDUSA – Tutto pronto allo scalo aeroportuale di Lampedusa per accogliere il presidente della Regione Rosario Crocetta. Sabato 4 giugno alle 11,30 il governatore visiterà l’aeroporto dell’isola e incontrerà i dipendenti di Ast aeroservizi, la società che gestisce i servizi e che fa parte del gruppo Ast. A fare gli onori di casa ci saranno il presidente dell’Azienda Siciliana trasporti, Massimo Finocchiaro, e l’amministratore unico ed Accountable manager di Ast aeroservizi, Giovanni Amico.

Ast Aeroservizi Spa è operativa dal 1997 presso l’aeroporto di Lampedusa come handler per l’erogazione di servizi aeroportuali esclusivamente destinati ai vettori e ai loro passeggeri. Radicali interventi di politica industriale, nel tempo, ne hanno diversificato l’operatività che, fermo il “core business” cioè l’attività dell’handling ai vettori, si è rivolto allo sviluppo di altri servizi aeroportuali legati all’infrastruttura aeroportuale, come la manutenzione e la pulizia e ancora la gestione dei piazzali e del verde. Ast Aeroservizi si è aggiudicata la gestione dello scalo da parte dell’Enac per i prossimi venti anni.  Proprio lo scorso aprile, dopo un graduale passaggio di competenze e responsabilità, la Direzione Aeroportuale Occidentale Enac ha trasferito alla società l’infrastruttura aeroportuale ed i beni mobili completando così gli adempimenti necessari.

“Una società, che rientra tra le partecipazioni indirette delle Regione siciliana,  – afferma il presidente dell’Ast Massimo Finocchiaro – che si è aggiudicata dall’Enac la gestione dello scalo per i prossimi venti anni.  Ciò rappresenta un successo che trova ragione in uno sviluppo industriale frutto di scelte avvedute e di buona gestione. La visita del presidente Crocetta è un riconoscimento dell’impegno e della professionalità dimostrata dai dipendenti della società, ma allo stesso tempo è anche il riconoscimento dell’importanza strategica dell’infrastruttura aeroportuale per la popolazione delle Pelagie, per lo sviluppo economico imprenditoriale  ed in particolare per Lampedusa, da anni oramai avamposto di accoglienza e solidarietà per migliaia di migranti che arrivano dall’Africa”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi