NISCEMI – Il Muos dovrà rimanere sotto sequestro. E’ stata rigettata, infatti, la richiesta di dissequestro presentata dall’avvocatura dello Stato su richiesta del ministero della Difesa. A stabilirlo il tribunale di Caltagirone, che ha accolto le richieste di mantenimento dei sigilli chieste dal procuratore di Caltagirone, Giuseppe Verzera, e dell’avvocato Goffredo D’Antona in rappresentanza dall’ associazione antimafia Rita Atria.

La richiesta del ministero della Difesa era stata depositata, in seguito alla dichiarazione di illegittimità, da parte del Consiglio di giustizia amministrativa di Palermo, il 6 maggio scorso, delle autorizzazioni rilasciate dalla Regione.

Il tribunale di Caltagirone ha ritenuto, dunque, ininfluente la decisione del Cga sul piano penale: il Muos si trova in un’area ambientale a inedificabilità assoluta, motivazioni queste che rendono ancora valido il sequestro.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi