CATANIA – Una truffa ai danni dell’Inps di circa 1,5 milioni di euro di indennità indebitamente erogate è stata scoperta dalla Guardia di finanza di Catania, che ha scoperto un vasto giro di assunzioni fittizie di braccianti agricoli per far percepire le indennità previdenziali e assistenziali e denunciato 377 falsi braccianti per truffa aggravata ai danni dello stato e falso e 6 per associazione per delinquere finalizzata alla truffa e alla commissione di reati fiscali. L’indagine, dei militari della compagnia di Caltagirone, ha accertato l’esistenza di una associazione per delinquere composta da sei persone che avrebbero costituito una serie di società al solo scopo di perpetrare la truffa ai danni dell’Inps. I promotori della truffa si sarebbero serviti di 5 aziende “fantasma” per procurare, dietro compenso, finte assunzioni per il numero di giornate lavorative utili ad attestare il possesso dei requisiti per accedere alle indennità previdenziali e per assicurarsi una posizione contributiva ai fini pensionistici.

(fonte: ansa.it)

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi