ACIREALE  – L’amministrazione comunale ha dato ufficialmente indirizzo agli uffici di proporre ed emanare gli atti necessari all’istituzione della Zona a Traffico Limitato nel centro storico.

L’obiettivo dichiarato dal sindaco Roberto Barbagallo e dalla sua giunta è il cambiamento all’insegna della tutela dell’ambiente, della riduzione dell’inquinamento, del miglioramento della qualità della vita e del controllo della mobilità.

Si tratta di provvedimenti sperimentali, perché l’istituzione della  ZTL definitiva sarà subordinata  all’approvazione del P.G.T.U. (Piano Generale del Traffico Urbano),  progetto preliminare o piano quadro del PUT, relativo all’intero centro abitato e contenente sia la politica adottata in termini di multi-modalità, sia la qualificazione funzionale dei singoli elementi della viabilità principale e locale, sia il dimensionamento preliminare degli interventi previsti in eventuale proposizione alternativa, sia il loro programma generale di esecuzione (priorità di intervento). Il progetto interagirà col PUM e sarà realizzato in collaborazione con l’Università di Catania

L’indirizzo dell’amministrazione parte dal 15 giugno. Prevede che sia vigente h 24 in via Romeo, (tra via Galatea e piazza Duomo), via Lancaster, via Padri Filippini e via Davì. Nelle ore antimeridiane sarà chiusa al traffico piazza Marconi e nelle ore pomeridiane/ serali in piazza Lionardo Vigo, piazza Mazzini e via Genuardi.

A luglio ed agosto la ZTL sarà estesa nelle ore antimeridiane e/o pomeridiane in piazza Duomo e corso Umberto, sino a via Paolo Vasta, in corso Savoia, nel tratto piazza Cusmana – piazza Duomo. Il secondo tratto di corso Umberto sarà chiuso al traffico solo nei festivi.

Per favorire il commercio cittadino e la vivacità del centro storico e limitare i disagi dei cittadini l’Amministrazione ha dato disposizione agli uffici di:

disporre un servizio gratuito di navette che collegano i parcheggi al centro storico e alle aree commerciali.

-disporre azioni incentivanti per gli operatori commerciali per lo sviluppo delle loro attività finalizzate al recupero degli oneri di concessione di suolo pubblico, a condizione che si realizzino spettacoli, mostre, esibizioni musicali, attrazioni per bambini e quant’altro ritenuto utile a vivacizzare il centro storico, concordati con l’amministrazione. Il mandato prevede che sia allestito un calendario di manifestazioni che si svolgeranno lungo il circuito e che siano in grado di attrarre pubblico anche sul corso Savoia, che ha la necessità di riequilibrare la vocazione commerciale rispetto ad altre zone che, per natura, godono tassi di maggiore attrazione.

– predisporre il materiale illustrativo per i cittadini che potranno acquisire le informazioni utili alla individuazione di percorsi alternativi e tutta la modulistica necessaria per la concessione dei pass ai cittadini residenti nelle strade interessate dalla ZTL.

«La ZTL sperimentale arriverà in tempo per la bella stagione, dopo il dibattito in consiglio comunale, l’approvazione dell’atto d’indirizzo della chiusura del centro storico e l’attuazione di “Acivibile”, (il progetto finanziato dall’Europa che prevede il sistema per il monitoraggio e il controllo della mobilità e dell’inquinamento da traffico veicolare). Si tratta di una sperimentazione che dovrà vederci tutti dalla stessa parte per il bene della città, per renderla più vivibile per noi acesi e più attrattiva per turisti e visitatori,- annuncia il sindaco Roberto Barbagallo -. Non a caso partiremo dalle viuzze del centro storico, dove si concentrano ormai parecchi locali frequentati da giovani e famiglie, che potranno beneficiare dell’assenza di auto e smog. Niente è definitivo, tutto dovrà essere ben calcolato, nell’interesse di tutti. Parleremo di definitiva chiusura al traffico del centro storico solo quando avremo un PUT ben studiato per le esigenze della nostra città».

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi