PALERMO – “A nome della famiglia Borsellino ricordo che oggi siamo qui tutti, il sangue dei nostri cari è vivo e vince su tutto”. Così Fabio Trizzino, marito di Lucia Borsellino, ha ricordato oggi Mario D’Aleo, il comandante dei carabinieri di Monreale ucciso su mandato del boss Totò Riina, il 13 giugno di 33 anni fa insieme ad altri due colleghi, Giuseppe Bommarito e Pietro Morici, in via Cristoforo Scobar, a Palermo. D’Aleo, subentrato al capitano Emanuele Basile, è stato assassinato da un commando di cosa nostra mentre indagava sulla morte del capitano Basile e gli equilibri dei clan mafiosi di San Giuseppe Jato. L’anniversario di quest’anno ha incrociato le numerose proteste contro la presentazione del libro del figlio del boss Riina. “È l’ennesima aggressione ai nostri cari”, hanno detto i familiari del comandante D’Aleo insieme ai tanti familiari delle vittime di mafia che hanno fatto pervenire un loro messaggio di vicinanza nel corso della manifestazione.

“Loro, i mafiosi, sono perdenti in partenza – ha scritto Milly Giaccone, figlia del medico Paolo, ucciso dalla mafia – noi siamo uniti dall’esempio di amore e onestà dei nostri cari”. Da Luciano Traina, ex poliziotto della squadra mobile di Palermo e fratello di Claudio Traina, ucciso insieme ai colleghi della scorta del giudice Paolo Borsellino in via D’Amelio, a Lucia Calì, referente dei familiari delle vittime di mafia di Trapani e moglie di Salvatore La Porta, poliziotto di scorta del giudice Carlo Palermo, fino alla famiglia Borsellino, in tanti hanno aderito all’appello di memoria lanciato dai familiari del comandante D’Aleo contro ogni tentativo di dare visibilità al libro di Riina jr. Nel corso della manifestazione, alla presenza dell’amministrazione comunale di Monreale, è stata devoluta una borsa di studio alla scuola Guglielmo II che ha partecipato al progetto “Gli invisibili uccisi dalla mafia”, legato alla mostra di Lavinia Caminiti. Durante i lavori è stato anche presentato l’E-book “Per sempre fedele” scritto da Valentina Rigano e Marco D’Aleo.

(fonte: ansa.it)

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi