Daniele Lo Porto

CATANIA – In tanti vorrebbero tornare: dal pitu Barrientos a Christian Llama, dal “lavandina” Bergessio al rossazzurro nel cuore Ciro Capuano. E se, tra questi, anche  Alessandro Rosina restasse in rossazzurro? Il fantasista ex Torino, ultima stagione al Bari, ha sicuramente più di una chance di continuare a giocare in serie B, ma se – alla fine – Pietro Lo Monaco decidesse di rinunciare alla monetizzazione del cartellino e di risparmiare un ingaggio costoso pur di metterlo a disposizione del tecnico? Certamente la qualità e quantità che Rosina potrebbe garantire a Catania risolverebbero ben più di un problema tattico, oltre che innalzare il livello tecnico dell’organico e non di poco. Certo, i tifosi rossazzurri non hanno un ottimi ricordo di Rosina, che però fu utilizzato in un ruolo non suo. Avrebbe dovuto ricomporre il naturale ed efficace binomio con Calaiò e, invece, veniva schierato in campo a oltre cinquanta metri di distanza, facendo mancare all’arciere i suoi assist millimetrici e soprattutto impedendo alla squadra etnea di sfruttare la sua capacità di creare superiorità numerica e le sue accelerazioni micidiali negli ultimi venti metri.

Rosina ha ancora un anno di contratto, ha dimostrato a Bari di essere ancora in ottime condizioni e non è da escludere che, messa da parte la tentazione di far cassa con il suo cartellino, possa anche tornare a Catania. Sul fantasista si sono concentrate le attenzioni di Salernitana e Trapani e di altri club di B, come conferma a ItaSportPress.it, l’agente e fratello di Rosina, Fabrizio: “Su Alessandro c’è l’interesse di questi club. Normale che ci sia dato le sue caratteristiche tecniche. Al momento, però, non c’è nulla di definitivo. Posso dire, inoltre, che ci sono anche club esteri interessati a lui e se ci fosse la possibilità, con un progetto tecnico valido, non ci sarebbero problemi ad andare fuori Italia”. Se non dovesse maturare nulla, e il Bari – stranamente – sembra non voler riscattare Rosina avuto in prestito, il calciatore dovrebbe rispondere alla convocazione del club etneo il 14 luglio a Torre del grifo.

Oggi, intanto, il Catania completerà la formalizzazione dell’iscrizione alla Lega pro, grazie al sostanzioso intervento economico di Finaria che nelle ultime settimane ha risolto i problemi di scadenze da rispettare. Domani, infine, Jorge Vergara sarà a Torre del grifo e non da turista.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi