S.STEFANO DI CAMASTRA (ME) – Una vasta operazione antidroga condotta nell’area dei Nebrodi ha portato all’arresto di un assessore comunale, di un centro della provincia di Messina, sorpreso insieme al fratello ad irrigare una coltivazione di canapa indiana, realizzata a ridosso di un torrente e resa poco visibile grazie alla fitta vegetazione circostante: più di 300 piante dell’altezza di circa 2 metri.

L’assessore, che ha cercato di fuggire alla vista dei carabinieri e di cui non è stata ancora resa nota l’identità, ha 27 anni, il fratello 21. L’operazione, condotta anche con l’ausilio del nucleo elicotteri dello squadrone ‘Calabria’, rientra nella serie dei controlli straordinari in diverse zone impervie del comprensorio in seguito all’agguato nei confronti del presidente del Parco dei Nebrodi, Giusepe Antoci. I particolari dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa organizzata alle 11 nella Compagnia Carabinieri di Santo Stefano di Camastra.

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi