SCIACCA – Per la prima volta la Sicilia ha l’occasione di vedere unito il gotha dei maestri e campioni internazionali di ju jitsu che hanno scelto questa bella isola per prepararsi per i prossimi grandi appuntamenti agonistici ma anche per dare la possibilità a chiunque di osservarli e, per chi già pratica questa disciplina, la grandissima occasione di prendere parte agli allenamenti dello stage. Fino al 10 luglio, è dunque possibile osservare, imparare e anche, come si dice in gergo, “tirare” con chi sta scrivendo la storia di questa disciplina e con campioni che stanno portando alti i colori dell’Italia nel mondo.  Ecco dunque che lo stage sarà di particolare rilevanza in quanto vi prenderanno parte anche diversi campioni tra i quali la coppia d’oro formata dalle campionesse del mondo under 18 del 2015 Alice Rovigatti e Lara Maggio, medaglia di bronzo ai Mondiali di Madrid e Marco Lamborghini, recente oro ai Beach Game in Grecia

Oltre agli atleti del Centro Studi Ricerche Ju Jitsu Italia, associazione sportiva quarantennale che pratica il Ju Jitsu a livello mondiale ed affiliata all’Associazione Nazionale Ju Jitsu, vi saranno col maestro Piero Rovigatti, Cintura Nera 9°Dan direttore tecnico del Csr, massimo rappresentante mondiale della disciplina ed unico insegnante in tutta Italia che ha sempre portato in nazionale i propri atleti dal 1991 fino ad oggi, gli altri maestri e tecnici del Csr nonché il maestro Claudio Corazza, allenatore della nazionale italiana. Con loro, anche importanti maestri dall’estero.

“Siamo in 94 tra atleti, maestri e famigliari. Per il nostro stage agonistico e tecnico abbiamo scelto questo bellissimo scorcio della Sicilia grazie all’amicizia che ci lega con il vostro Sergio Ansalone, grande maestro siciliano, allenatore della nazionale azzurra per il duo system. Durante la nostra permanenza in Sardegna, abbiamo deciso di dividere la giornata in due fasi così da dare l’opportunità a tutti di imparare ma anche conoscere le bellezze di questo luogo. La mattina sarà dedicata alla sessione di allenamento mentre il pomeriggio gli atleti saranno liberi di vivere l’isola e conoscere le bellezze artistiche, culturali e gastronomiche della città. Incontreremo anche gli atleti locali che lo desiderano, per momenti di incontro e confronto in quanto la nostra associazione sportiva, in continua evoluzione, ha proprio come obiettivo quello di migliorare sempre di più la tecnica attraverso la ricerca, l’incontro ed il confronto. Portiamo i nostri atleti in scenari di livello mondiale, trionfando agonisticamente ed allo stesso tempo, lavoriamo molto anche per attrarre giovani e bambini in questo nostro affascinate mondo, ricco di valori umani positivi da portar con sé nella vita quotidiana sociale”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi