CATANIA – Il Movimento 5 Stelle Catania fa propria la nota trasmessa a tutti i sindaci dei comuni etnei, inclusa Catania, dalla portavoce regionale all’Ars Angela Foti riguardo all’applicazione della legge regionale n. 10 del 29 aprile 2014, che richiede la redazione, e l’attuazione nel territorio, di un piano per lo smaltimento dei materiali con amianto. La normativa prevede il censimento di tutti i siti, edifici, impianti, mezzi di trasporto e materiali contenenti amianto in modo da “fotografare” la situazione esistente e prevenire smaltimenti illeciti di rifiuti che possono diventare fonte di diffusione di fibre; la rimozione e l’eliminazione di questi rifiuti abbandonati e la vigilanza sul territorio.

 Con successive leggi regionali si è precisato che tutti i soggetti pubblici e privati sono obbligati “entro 120 giorni dall’adozione del Piano di protezione dell’ambiente, di decontaminazione e di smaltimento e di bonifica… a darne comunicazione all’ A.R.P.A. indicando tutti i dati relativi alla presenza di amianto” e che i Comuni devono provvedere, entro tre mesi, ad adottare il proprio Piano comunale amianto. Il Piano, entro 30 giorni, deve essere trasmesso al competente ufficio regionale della protezione civile, a cui devono essere annualmente rendicontati i risultati conseguiti; la mancata rendicontazione comporta una riduzione delle risorse assegnate ai comuni in materia di amianto.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi