PALERMO – Valorizzare la cultura, il patrimonio artistico e turistico, l’ambiente della Sicilia. Diffondere una più realistica immagine dell’Isola e i valori che la contraddistinguono superando i soliti luoghi comuni. E ancora: sviluppare l’economia locale con risorse finanziarie proveniente da altre regioni o nazioni, creando un indotto che coinvolga professionalità e settori diversi. Tutto questo può scaturire da una delibera della Giunta regionale, presieduta da Rosario Crocetta, che ha finanziato lo specifico capitolo della Film Commission, uno strumento che altri Enti utilizzano sempre più con investimenti consistenti ricavandone ricadute positive per il territorio.

Anthony Barbagallo, assessore al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana, attraverso la Sicilia Film Commission, l’ufficio speciale per il Cinema e l’Audiovisivo, diretto da Alessandro Rais, ha annunciato l’uscita del bando 2016 a sostegno delle produzioni audiovisive, nell’ambito del Programma Sensi Contemporanei.

Il bando, che prevede un investimento pari 1.200.000 euro, intende cofinanziare la realizzazione di lungometraggi a soggetto per il cinema e per la televisione, di serie TV, cortometraggi e documentari. C’è tempo fino al 22 agosto per presentare i progetti. Ciascun proponente dovrà dimostrare di avere svolto, almeno per due anni e in modo continuativo, attività produttive nel campo dell’audiovisivo, attraverso l’elenco dettagliato dei prodotti realizzati.montalbano 2

Per la prima volta in Sicilia, il bando sarà destinato anche alle case di produzione europee ed extraeuropee, che avranno l’obbligo, se ritenute eleggibili e destinatarie di finanziamento, di stringere un accordo di coproduzione o di produzione esecutiva con un’impresa italiana che rispetti tutti i requisiti generali e specifici previsti. Potranno quindi partecipare al bando: imprese di produzione audiovisiva, cinematografica e televisiva (s.p.a., s.r.l., cooperative, etc.) italiane, europee e/o extraeuropee; associazioni italiane che abbiano come oggetto del proprio statuto la produzione di audiovisivi. Il massimo contributo erogabile non potrà superare gli importi di: 200 mila euro per i lungometraggi a soggetto di produzione cinematografica o televisiva, e per le serie TV; 40 mila euro per i documentari; 10 mila euro per i cortometraggi. Il contributo per singoli progetti non potrà superare il 50% del budget e l’investimento sul territorio regionale dovrà essere pari almeno al 100% dell’importo concesso.

È possibile scaricare il testo integrale del bando qui.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi