Kevin Cafà

L’Europeo di Francia sta per volgere al termine. Il tanto atteso “10 Luglio” è arrivato. Saranno Portogallo e Francia le due Nazionali che stasera alle ore 21:00, nella splendida cornice dello stadio Saint Denis, si contenderanno la 15ª edizione del Campionato Europeo organizzato dalla Uefa. La Nazionale francese sogna di vincere il terzo Europeo della sua storia in casa, davanti al proprio pubblico. “Il diritto di sognare”. E’ il titolo apparso, nei giorni scorsi, sulla prima pagina del quotidiano francese “Le Monde”, che nel giro di poche ore, è diventato lo slogan della finale di Euro2016, accendendo ancora di più il clima pre-finale. La Francia ha davvero compiuto un’impresa eliminando i campioni del mondo della Germania, grazie ad una splendida prestazione di tutta la squadra e alla doppietta di uno scatenato Griezmann. Contro i tedeschi, Pogba e compagni hanno rischiato, è vero, ma hanno creato parecchie palle goal, impegnando Neur in molte occasioni. Si sono messi in luce quei giocatori rapidi e tecnici che Deschamps ha a disposizione, Sissoko e Payet su tutti, ma anche una certa solidità difensiva. Ma guai sottovalutare il Portogallo. I lusitani sono l’unica squadra nella storia dell’Europeo, ad essersi qualificata per la finale con una sola vittoria nell’arco dei 90 minuti, quella contro il Galles, poi 5 pareggi contro Islanda, Austria, Ungheria, Croazia e Polonia. Questo testimonia l’imprevedibilità della squadra di Fernando Santos, che per l’occasione si affida come non mai al talento di Ronaldo, apparso in crescita nella partita contro il Galles. I precedenti fra queste due nazionali sono soltanto 2, entrambi in un europeo ed entrambi in una semifinale: all’Europeo del 1984, sono i Bleus a trionfare grazie al goal di Michel Platini, al 119′ minuto del secondo tempo supplementare. L’ultimo scontro risale ad Euro 2000 (vinto dalla Francia), quando il rigore di Zidane al 117′ minuto chiuse la partita in favore dei francesi.

Francia-Portogallo è anche la sfida fra i due capocannonieri del torneo: Cristiano Ronaldo con 3 goal e Antoine Griezmann con 6 reti all’attivo. Quella tra Ronaldo e “le petit diable” (così viene soprannominato Griezmann in patria), risulta essere una sorta di re-match della finale di Champions League tra Atletico e Real Madrid. In quella occasione, ebbe la meglio la stella dei galacticos, ma questa volta parte in leggero vantaggio il fuoriclasse francese, visto il maggior tasso tecnico presente nella Nazionale di Deschamps. Nei giorni scorsi, Ronaldo ha rievocato i brutti ricordi di Euro 2004, quando il Portogallo perse contro la Grecia 0 a 1, a causa del gol di Charistea. “Allora ero un ragazzino, che il giorno della finale aveva 19 anni e adesso sono un uomo. Ho sempre sognato di vincere qualcosa di grande con la maglia del Portogallo e, visto che è gratis, questo è quello che dico ai nostri tifosi: non abbiate paura di sognare”, ha dichiarato il fenomeno portoghese ai microfoni di una tv francese.

Ma la partita di stasera, sarà anche l’occasione per rivedere Chantal Borgonovo allo stadio, vedova di Stefano, lo sfortunato attaccante morto nel 2013 a 49 anni dopo una lunga battaglia con la SLA, fondatrice della Fondazione Borgonovo che da anni è in prima linea per sostenere la ricerca contro la Sclerosi Laterale Amiotrofica. Bel gesto quello di Ronaldo, che attraverso il suo procuratore Jorge Mendes, ha inviato dei biglietti alla signora Borgonovo per permetterle di assistere alla partita di stasera  dalla tribuna. “Non riuscivo a credere alle mie orecchie quando Mendes mi ha detto che Ronaldo vuole che veniamo a Parigi. Sono felice continui a ricordare mio marito”, queste le parole di Chantal Borgonovo.

Diamo un’occhiata alle probabili formazioni. Nessun cambio nella formazione transalpina. Didier Deschamps confermerà la squadra che ha battuto 2 a 0 la Germania: Umtiti farà coppia con  Koscielny al centro della difesa, mentre sulle fasce agiranno Sagna e Patrice Evra; Pogba e Matuidì saranno i  mediani nel 4-2-3-1; Sissoko, Payet e Griezmann a sostegno dell’unica punta Giroud. In casa Portogallo ruota tutto intorno alle condizioni di Pepe, che ha saltato la semifinale con il Galles per via di un infortunio. Se il difensore del Real Madrid riuscisse a recuperare, tornerebbe a far coppia con Fonte, altrimenti ancora spazio a Bruno Alves, con Cedric e Guerreiro confermati sulle fasce. A centrocampo Adrien Silva dovrebbe spuntarla su Andrè Gomes, che ha un tantino deluso le alte aspettative, visto che era uno degli osservati speciali di questo Europeo. Renato Sanches agirà da ala destra, W. Carvalho e Joao Mario in mezzo al campo. Panchina per Ricardo Quaresma, mentre Cristiano Ronaldo farà coppia con Nani. Sarà l’inglese Mark Clattenburg, l’arbitro della finale di Euro 2016 di questa sera. Dopo la finale di Champions, Clattenburg ha diretto tre partite a questi Europei:  la prima è stata Belgio-Italia, vinta 2 a 0 dagli Azzurri di Conte; il pareggio per 2-2 tra Repubblica Ceca e Croazia, la partita interrotta per il lancio di fumogeni e petardi; Infine, l’ottavo di finale tra Svizzera e Polonia (1-1, finita ai rigori). A completare la cinquina con il fischietto inglese, che ha diretto anche la finale di Champions League tra Real e Atletico, ci saranno gli assistenti Simon Beck e Jake Collin, e gli addizionali di porta Anthony Taylor e Andre Marriner

A pochi giorni dalla festa nazionale più importante per i francesi, la Presa della Bastiglia, chissà se la Nazionale di Deschamps, dopo parecchi anni di digiuno, riuscirà ad inserire tra le date da ricordare anche quella di stasera.

 

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi