CATANIA – L’Ardizzone Gioeni, uno dei più antichi e prestigiosi Istituti pubblici di assistenza e beneficenza (Ipab) in Sicilia, dotato di un patrimonio immobiliare di pregio nella più importante via cittadina e di altre proprietà di grande valore economico e con importanti potenzialità turistiche sul territorio, ha bisogno di una gestione dinamica volta non solo al miglioramento della qualità dei servizi offerti agli assistiti, ma soprattutto al mantenimento dei costi e alla creazione di risorse proprie. In questo contesto rientra il protocollo d’intesa voluto dal commissario straordinario Giampiero Panvini con il Corpo forestale della Regione Siciliana.

Domani, alle ore 11:00, nella sede dell’Ardizzone Gioeni in via Etnea, 595,  sarà firmato con Francesco De Francesco, direttore dell’Ispettorato ripartimentale delle Foreste di Catania, il documento che consentirà al Corpo di ospitare uomini e mezzi all’interno dell’Istituto, migliorando la propria sistemazione logistica e offrendo un apporto economico e servizi all’ dell’Ardizzone Gioeni stesso, a cominciare dalla cura degli spazi a verde.

Si tratta di una originale e utile sinergia tra rami diversi della pubblica amministrazione e per sottolineare l’importanza dell’evento saranno presenti a Catania gli assessori regionali Gianluca Miccichè (alla Famiglia), Maurizio Croce (al Territorio), il presidente della Commissione Bilancio, Enzo Vinciullo, il deputato regionale Marco Forzese.

Ulteriori particolari del nuovo rapporto tra Ipab e corso forestale saranno annunciati nel corso della conferenza stampa, contestuale alla firma del protocollo.

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi