ORTIGIA (SR) – Le suggestioni letterarie del romanzo Sicilia my love di Enzo Randazzo, con guida alla lettura di Gisella Mondino, in una manifestazione letteraria coordinata da Giuseppe Adernò, nell’incantevole scenario dell’isola di Ortigia, alla frescura delle palme, dei ficus  e dei papiri della rinomata Fonte Aretusa.
Nella Chiesa  di San Tommaso, a Ortigia – Siracusa , una riflessione critica su Sicilia my love, romanzo di Enzo Randazzo, con guida alla lettura di Gisella Mondino, accompagnato da reading e musiche. Un’iniziativa, che coniuga cultura e spirito di servizio, in questo teatro, sede di prestigiosi eventi culturali. Nella sua poliedrica esperienza letteraria Enzo Randazzo non manca di ricreare le atmosfere del paesaggio siciliano con i colori e i profumi di un tempo, vissuti con un’intensità emotiva tutta nuova e moderna. I cortili saraceni, le morbide colline, il Lago Arancio, le feste della tradizionale popolare, rivivono nelle opere di Enzo Randazzo, lo scrittore del  Borgo dei Borghi 2016, non con nostalgia, ma con la vivacità di chi, avendo a lungo viaggiato, si fa interprete del presente. Hanno conversato con gli autori, Daniela Rizzuto e Giuseppe Adernò per evidenziare i molteplici temi di attualità proposti dal romanzo Sicilia my love.
L’opera di Enzo Randazzo, con Guida alla lettura di Gisella Mondino – ha dichiarato Giuseppe Adernò – contribuisce ad accendere i riflettori sulla rivisitazione della sicilianità e della sicilitudine,  aprendo prospettive e speranze di redimibilità e di sviluppo alla nostra Isola e per i numerosi e prestigiosi premi ricevuti.
La vicenda narrata da Enzo Randazzo è una valida proposta di lettura sia per gli alunni che si avvicinano timidamente alla narrativa, sia per quanti amino leggere, in quanto l’intreccio narrativo è ben costruito e i personaggi hanno una loro definita identità psicologica e storico-sociale sullo sfondo di un’incantevole Sicilia. La scrittura composita, ma omogenea, di grande forza evocativa. Suggestiva, colta e nel contempo vivace e spiritosa, descrive con forza e lirismo la natura della terra di Sicilia e l’autore riserva particolare attenzione e cura al vivace dialogo, ricco di frasi vive che esaltano la funzione della lingua, tra i personaggi, descritti e tratteggiati con pennellate ammirabili.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi