CATANIA I  lavoratori StM dei reparti CT6 ed M5 si sono riuniti in assemblea fuori dai cancelli dello stabilimento catanese insieme con i rappresentanti della Segreteria territoriale Uilm e con la RSU Fiom e Uilm. Hanno deciso l’astensione dal turno di domenica mattina, a supporto della vertenza nazionale di Fim, Fiom e Uilm sul mancato rinnovo del contratto. Questa è anche la risposta dei lavoratori all’ultima provocazione della Direzione aziendale, che ha negato gli straordinari di domenica mattina previsti invece dall’accordo dei 21 Turni siglato nel 2007″. Lo dichiara il segretario provinciale Uilm, Matteo Spampinato, che aggiunge: “L’accordo dei 21 turni e’ messo oggi in discussione dallo stesso capo del Personale di StM Catania. Una gestione miope sta accrescendo i malumori nello stabilimento, esasperando problemi gravissimi che sono stati puntualmente elencati e documentati dalle organizzazioni sindacali. È inspiegabile l’atteggiamento del management locale, ma risulta a questo punto incomprensibile anche il silenzio dei vertici nazionali di StM che non hanno raccolto la nostra richiesta di intervento e si mostrano, quindi, insensibili di fronte a quanto sta avvenendo a Catania per esclusiva responsabilità della Direzione aziendale”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi