miriam leoneMARZAMEMI (PACHINO)Torna l’appuntamento con il Festival Internazionale del Cinema di Frontiera di Marzamemi, giunto alla XVI edizione. Sette giorni di proiezioni, dal 25 al 31 luglio, 4 schermi in contemporanea, 80 film tra lunghi, corti e documentari, 22 incontri con gli autori e 50 ospiti nazionali e internazionali. Questi i numeri dell’edizione che avrà come madrina Miriam Leone, l’attrice più richiesta del momento: da PIF, che l’ha voluta nel suo ultimo film “In guerra per amore”, nelle sale dal 27 ottobre, a Marco Bellocchio, regista del film “Fai bei sogni”, presentato recentemente a Cannes, senza dimenticare le serie tv, che l’hanno vista protagonista di successo, come “Non uccidere” e “1992”, di cui si appresta a girare il seguito. Uno spirito libero, che al tempo stesso non dimentica la sua terra, di cui conserva gelosamente le tradizioni, che ben si sposa con l’anima indipendente e interculturale del festival, attento ai temi delle frontieregeografiche, artistiche e culturali – e al confronto tra i popoli e le culture, con l’obiettivo di promuovere la cultura cinematografica e audiovisiva nella parte Sud-orientale della Sicilia, scegliendo come luogo Marzamemi, incantevole borgo di pescatori divenuto, negli ultimi decenni, ambita location cinematografica e televisiva.

Ma il festival punta anche a incentivare un turismo di qualità, coltivando spettatori provenienti da ogni angolo della Sicilia, e non solo, che ogni anno scelgono ilMARZAMEMI periodo delle vacanze in coincidenza con i giorni in cui si svolge la manifestazione. « Il festival – ha dichiarato il sindaco di Pachino Roberto Bruno – oggi ha una sua identità radicata e l’originalità e la bellezza del luogo con tutte le sue contraddizioni lo rendono ancora più bello. Assieme ai comuni di Avola, Noto e Siracusa abbiamo promosso il festival per il mondo». Ricco il parterre di ospiti: dai registi Egidio Eronico, Alessandro Piva, Claudio Giovannesi ed Egidio Termine, alle attrici Claudia Gerini, Galatea Ranzi e Lucia Sardo, reduce dal successo ottenuto all’Ortigia Film Festival, che ha premiato “Con te e senza di te” Miglior Cortometraggio dell’ottava edizione.

Nello Correale, ideatore e direttore artistico della rassegna cinematografica “più a sud d’Europa”, ha scelto di dare grande spazio al cinema dell’America Latina, volgendo lo sguardo a Cuba e al regista cileno Patricio Guzman, autore, tra gli altri, della pellicola “La memoria dell’acqua”, Orso d’Argento per la migliore sceneggiatura al Festival di Berlino 2015. “Sicilia e Cuba sono due isole continentali – ha dichiarato Correale – terre di frontiere geografiche e storiche che si confronteranno, tramite il cinema, al Festival di Marzamemi dove presenteremo un focus sul cinema cubano: 10 film (lunghi e corti), provenienti anche dalla Scuola di cinema di San Antonio de Los Baños fondata, tra gli altri, dallo scrittore Gabriel Garcia Marquez. Prevista anche una panoramica, Sicilia-Sicilie, di altri 10 film: corti, lunghi, e documentari siciliani o che evocano la Sicilia accompagnati dagli autori. Per la prima volta avremo una rassegna di film siciliani non solo  documentari ma anche di finzione. Preziosa quest’anno la collaborazione con la Fondazione Ente dello Spettacolo , Centro Televisivo Vaticano  e Sky 3D di cui presentiamo un evento speciale, San Pietro e le Basiliche Papali di Roma”.

FIOREPer la sezione dei lungometraggi, in programma sullo schermo principale di piazza Regina Margherita, aprirà il concorso Sonita di Rokhsareh Ghaem Maghami, seguito da: La sposa bambina di Khadija Al Salami; Tra la Terra e il cielo di Neeraj Ghaywan; The Eichmann Show di Paul Andrew Williams; Appena apro gli occhi di Lejla Bouzid; e Fiore di Claudio Giovannesi. I film saranno giudicati da una giuria presieduta da Ivan Giroud, direttore del Festival Internacional del Nuevo Cine Latino Americano (Cuba). Alla sezione Concorto, in programma sullo schermo del cortile di Villadorata, parteciperanno una selezione di 20 cortometraggi, a cura di Andrea Di Falco – Filmoteca Laboratorio 452. Completa il programma la sezione Chiacchiere sotto il fico, ovvero gli incontri con gli autori, a cura di Nello Correale e Sebastiano Gesù.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi