CATANIA – Si è insediato al Comune di Catania il commissario ad acta Carlo Domenico Turriciano, componente dell’Ufficio ispettivo dell’assessorato regionale delle Autonomie locali, per la mancata approvazione del rendiconto di Gestione per l’esercizio finanziario 2015.
Il Consiglio comunale dovrà approvare il Bilancio consuntivo dello scorso anno entro 30 giorni, altrimenti provvederà il commissario ad acta.

“Le passerelle mediatiche di Bianco, tra inaugurazioni di semafori e Union Jack fatta sventolare da Palazzo degli Elefanti per scongiurare la Brexit, che poi tanto bene non ha portato…, non possono più nascondere la situazione disastrosa in cui si trova Catania. Tant’è che anche il suo sodale Crocetta si è dovuto arrendere davanti all’evidenza commissariando il Comune di Catania per il rendiconto dell’Esercizio Finanziario 2015.”. Così l’on. Salvo Pogliese, parlamentare europeo e coordinatore provinciale di Forza Italia, commenta la decisione dell’Assessorato Regionale Enti Locali che ha deliberato il commissariamento del Comune per il rendiconto dell’Esercizio Finanziario 2015.

“Questo commissariamento – continua Pogliese – certifica non solo la situazione di assoluta emergenza dei conti del Comune (di questo i catanesi se ne erano già accorti anche solo con la sparizione degli autobus dell’Amt dalla circolazione) ma soprattutto evidenzia ancora una volta come Bianco e la sua giunta non siano in grado di governare la città. Catania sta colando a picco, è ora che Bianco se ne assuma la responsabilità.”.

“Ancora una mazzata per la nostra città – ha dichiarato Manlio Messina, capo gruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio comunale – e  la palese dimostrazione che questa disAmministrazione non è in grado di gestire questa città. Catania affonda ogni giorno mentre il sindaco pensa a fare passerella e tagliare nastri.  mancano in questa città i servizi essenziali e l’unica strada percorribile sono le dimissioni di Bianco e della sua Giunta”

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi