CATANIA – Si è svolta questo pomeriggio la visita ufficiale alla sede Frontex di Catania dell’on. Salvo Pogliese, parlamentare europeo di Forza Italia-PPE e componente della Commissione LIBE (Libertà civili, Giustizia e Affari interni) dell’Europarlamento, dell’on. Monika Hohlmeier, coordinatrice PPE della Commissione LIBE, e del vicesindaco di Catania Marco Consoli. All’incontro hanno preso parte, oltre ai responsabili locali dell’agenzia Frontex, anche rappresentanti dell’EASO (Ufficio europeo di sostegno per l’asilo), dell’Europol, della Marina militare italiana, della Capitaneria di porto, della Guardia di Finanza, della Polizia e dei Carabinieri.

“La presenza di una sede Frontex a Catania – dichiara Pogliese – è stata una conquista importante sollecitata in maniera trasversale. Era d’altronde davvero paradossale che l’agenzia avesse solo una sede a Varsavia quando il fronte caldo dell’emergenza immigrazione è qui, in Sicilia, nel cuore del Mediterraneo. E la decisione di avere Frontex in Sicilia ha prodotto dati assolutamente positivi in termini di maggiore efficienza nel coordinamento tra le varie agenzie europee che si occupano d’immigrazione e le forze di polizia nazionali. Ecco perché oggi siamo assolutamente convinti della bontà di quella scelta, ma è chiaro che d’innanzi ad un fenomeno di vastità tale come quello dei flussi migratori che investono l’Europa occorre fare ancora di più soprattutto in termini di controllo delle frontiere esterne e di rimpatrio dei migranti irregolari. Per questo mi auguro che i tempi per la nascita della guardia costiera e di frontiera europea siano celeri, e che si accelleri nella ricollocazione dei migranti tra tutti i paesi dell’Unione.
 “Avere una sede Frontex a Catania – commenta Hohlmeier – testimonia lo spirito di solidarietà europea innanzi ad un problema che non è solo siciliano e italiano ma europeo. L’Italia e la Sicilia non possono, e non devono, essere lasciati soli ad affrontare tutto ciò, deve essere responsabilità dell’intera Unione europea e bisogna pensare al ricollocamento dei migranti, quando hanno diritto di stare in Europa, tra tutti gli Stati europei.”
 “L’incontro presso la sede Frontex di Catania con gli europarlamentari Pogliese e Hohlmeier – dichiara Consoli –  è stato un’importante occasione di confronto per ribadire il ruolo di fattiva collaborazione che deve continuare ad esserci tra le Istituzioni europee e quelle nazionali. Le politiche di accoglienza se accompagnate a seri interventi di integrazione sociale rappresentano un’arma micidiale contro chi vuole seminare odio e terrore. La presenza di Frontex a Catania è la dimostrazione che la Sicilia non è solo Italia ma è anche Europa.”
Nella foto da sinistra: Consoli,  Hohlmeier, Pogliese.
Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi