CATANIA – Sequestrato l’impianto di depurazione del comune di Santa Maria di Licodia, sequestro richiesto dalla Procura di Catania e ottenuto dal gip. Secondo le indagini e le analisi dei tecnici dell’Arpa l’impianto ha gravi carenze. I valori delle analisi mostrano nell’acqua scaricata nel vallone Solpa Maneri una presenza eccessiva i batteri fecali, azoto ammoniacale, macrodescittori. Le acque poi confluiscono nel Simeto. Due persone sono indagate. L’impianto – dice la Procura – che non ha autorizzazione allo scarico, non verrà però fermato perché i rischi per la popolazione sarebbero più gravi. Il gip ha concesso l’autorizzazione all’uso, ma nominando subito custode il direttore dell’Arpa Catania che dovrà assicurare il funzionamento dell’impianto secondo le norme.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi