NAPOLI – Ancora violenza, ancora una donna vittima dell’ira di un uomo che ha durante una lite a Cava Tifatina nel comune di San Prisco (Caserta) ha ucciso la donna – la catanese  Rosaria Lentini – con dodici coltellate. Il 55enne, Nicola Piscitelli, si è costituito alla stazione dei Carabinieri di Santa Maria Capua Vetere, con il coltello ancora insanguinato.
Il corpo della 59enne è stato trovato all’interno di un sacco a pelo nel luogo segnalato dall’uomo. La donna è stata colpita per ben dodici volte alla schiena. I due, che vivevano in un camper, si erano sistemati per la notte nei pressi di una cava, in un luogo isolato. La coppia si spostava abitualmente, infatti nella zona nessuno li conosceva. Al momento del fatto non c’erano altri testimoni. Secondo Piscitelli tutto è scattato per violento raptus che lo ha travolto, tanto da colpire la compagna alla schiena e infierire su di lei.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi