Food&Wine, “Un Mare di Bontà”: la festa del gusto incontra la solidarietà

Carmelinda Comandatore

ACIREALE – Il buon cibo, il vino etneo di altissima qualità e la solidarietà sono stati i tre ingredienti che hanno determinato il grande successo della sesta edizione diUN MARE DI BONTA TORTAUn Mare di Bontà”, il tanto atteso evento enogastronomico organizzato dal Centro Surgelati con la collaborazione di Blu Lab Academy , che si è svolto ieri nella frazione marinara di Santa Tecla. Sei anni fa partiva, infatti, la prima edizione come gesto di sostegno al territorio, e come veicolo di dialogo tra una grande realtà commerciale, quella del Centro Surgelati Srl di Acireale e la parrocchia di Santa Tecla, destinataria anche quest’anno del ricavato della manifestazione, in cui è stato possibile degustare diverse prelibatezze: dalle “Lacrime del mare” dello chef Alfio Visalli, ai sapori spagnoli della “Paella Valenciana” preparata da Mercedes e William Cioffi, lo chef di madre spagnola, che ha UN MARE DI BONTA CHEF SORBELLOdeciso di portare in Sicilia i sapori di quella terra. Il Gambero Rosso di Mazara è stato invece il protagonista del piatto dello chef Seby Sorbello, che ha espresso l’emozione di partecipare ad un evento che diffonde la cultura del buon cibo made in Sicily: “Non stanchiamoci mai di raccontare la nostra terra, – ha detto lo chef Sorbello – solo raccontandola potremo far innamorare anche gli altri”. Presente anche l’Associazione dei Cuochi Etnei, che ha preparato un panino gourmet con hamburger di pesce e Con.Pa.It. Sicilia, capeggiata da Peppe Leotta, che ha realizzato una delizioso dolce del diametro di due metri.

Grande protagonista il vino siciliano, che quest’anno ha goduto della professionalità dei sommelier dell’Ais Sicilia, presieduta da Camillo Previtera e rappresentata dalla delegata catanese Maria Grazia Barbagallo, che ha ricordato il momento magico che stanno vivendo i vini dell’Etna, riscuotendo un grandissimo successo in tutto il mondo.

Tante le novità che hanno reso unica questa grande festa del gusto, coordinata dalla giovanissima Valentina Duca e presentata dalUN MARE DI BONTA CHEF VISALLI giornalista gastronomico Antonio Iacona, a partire dal menù interamente gluten free. Una conquista importante per AIC Sicilia, come ha tenuto a sottolineare la presidente Giusy Costa: “Arriviamo a questo risultato dopo un lungo percorso intrapreso con l’Associazione dei Cuochi Etnei e la FIC (Federazione Italiana Cuochi), con cui abbiamo organizzato corsi di Alta Formazione, perché il senza glutine che arriva sulle nostre tavole o al ristorante deve essere un senza glutine di qualità. Va detto però che quella del “gluten free” è diventata purtroppo una moda che non va seguita. È importante non rinunciare al glutine se non si è avuta una corretta diagnosi e il nostro lavoro come volontari dell’Associazione Italiana Celiachia punta proprio a questo, ovvero dare le giuste informazioni”.

“Un mare di Bontà” ha dimostrato anche un’attenzione particolare alla tutela dell’ambiente, con la presenza dell’azienda siracusana TusiBio di Maurizio Rubbera, che ha fornito tutto il necessario per consumare le pietanze preparate nei diversi stand posizionati lungo la via principale, come i piatti “naturali”, realizzati con una polpa cellulosa estratta dalla canna da zucchero. “Valorizzare le eccellenze siciliane senza sporcare” è il must di questa azienda siciliana, unica realtà italiana a partecipare alla passata edizione di ExpoMilano e che si pone come obiettivo non solo quello di primeggiare, ma soprattutto di essere un “esempio” da seguire per “mangiare bene in un mondo pulito”.

UN MARE DI BONTA VIDEOGALLERY 3

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi