Archeologia, Morgantina rivive con i cittadini – attori

AIDONE: Migliaia di spettatori sabato e domenica tra i resti del sito archeologico di Morgantina per la manifestazione “Tra mito e storia, Morgantina rivive” promosso dall’Archeoclub Aidone Morgantina presieduto da Alessandra Mirabella. Per due sere, il cuore dell’area archeologica è tornato a pulsare grazie alla presenza di centinaia di attori e figuranti “speciali”: i residenti di Aidone, cittadina erede di Morgantina, con i “vicini di casa” dei Comuni limitrofi che hanno interpretato i loro avi e svelato i segreti della quotidianità più antica rievocando così i fasti di Morgantina, sepolta per millenni e rinvenuta alla luce poco più di mezzo secolo fa. I cittadini di Aidone si sono trasformati in antichi residenti, senatori, soldati, sacerdoti e mercanti. E’ stata ricostruita la quotidianità della città siculo-greca con i suoi odori e colori che hanno portato i visitatori nel passato più fulgido della Sicilia. “Siamo giunti alla XII edizione – commenta Alessandra Mirabella, presidente di Archeoclub Aidone-Morgantina – e abbiamo dedicato l’evento 2016 ai “Miti del giorno e della notte: il buio e la luce”. E’ stata anche una maniera speciale affinché Morgantina celebrasse il rientro in Italia della Testa di Ade, un nuovo tesoro della città antica restituito all’Italia dall’America dopo lunghe trattative diplomatiche. La scultura, con i suoi riccioli blu, è un altro prezioso tassello per la ricostruzione della bellezza e del fasto di Morgantina con i suoi riti millenari e il suo fascino.

Regia della XII edizione Calogero Matina, immagini di Erminio Gattuso

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi