Riceviamo e pubblichiamo.

CATANIA – Migliaia di sacchetti della spazzatura, vecchi mobili e copertoni sparsi ai bordi della strada che unisce il viale Kennedy a San Giuseppe La Rena. Il tutto a pochi passi dai lidi della Playa. Una parte di Catania a forte vocazione turistica che non è solo mare e spiagge. Un continuo scarico di rifiuti dovuto sia all’azione criminale che all’incoscienza e all’inciviltà di migliaia di pendolari che, prima di recarsi a mare, lanciano il sacchetto dall’auto in corsa.PLAYA 2 In questi ultimi mesi l’amministrazione comunale sta intervenendo continuamente, con una forte azione di monitoraggio, nella vasta area che da via Domenico Tempio arriva fino al viale Kennedy. Le forze dell’ordine pattugliano la zona per assicurare un migliore flusso veicolare e maggiore sicurezza. Accorgimenti che rischiano di annullarsi di fronte ad uno scenario tanto degradante in un sito visitato anche da turisti stranieri che si portano a casa questo pessimo biglietto da visita della città. La strada, infatti, si trova proprio di fronte a via San Francesco La Rena. L’arteria, nell’omonimo quartiere, dopo anni di lotte, oggi è quasi completamente pulita. Un lavoro portato a termine grazie alle associazioni del territorio, alle istituzioni e ai comitati cittadini uniti verso un obiettivo comune. Esattamente il contrario di ciò che ora è la strada che unisce i lidi della Playa con il quartiere di San Giuseppe La Rena. Per queste ragioni a breve chiederò al primo cittadino di Catania un tavolo tecnico con il preciso scopo di ottenere un potenziamento dei controlli in una strada che oggi è solo una immensa pattumiera.

Carmelo Sofia – Consigliere comunale

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi