Riceviamo e pubblichiamo.

CATANIA -Una grande ondata di maltempo con forti temporali hanno caratterizzato questi ultimi giorni di agosto. In qualità di consigliere comunale il sottoscritto, Giuseppe Catalano, chiede urgentemente al primo cittadino di Catania, Enzo Bianco, di farsi promotore di una conferenza dei servizi, con tutti gli altri sindaci dell’hinterland etneo, per studiare tutte le soluzioni più efficaci per fare in modo che non si verifichino più allagamenti nelle nostre strade. Negli ultimi anni, infatti, le piogge torrenziali hanno trasformato strade, piazze e slarghi del capoluogo etneo in laghi o fiumi artificiali. A farne le spese è stata soprattutto via Etnea. Da qui la necessità di verificare oggi le condizioni del sistema per il deflusso della acque piovane in tutto il territorio visto che nelle condutture catanesi convogliano pure le acque bianche provenienti da altri paesi limitrofi. Una situazione che inevitabilmente provoca disagi e problemi di ogni tipo alla viabilità. In passato, a causa del cattivo funzionamento dei tombini, tante zone sono state letteralmente sommerse e bloccate dal traffico. E’ bene ricordare che in via Ferro Fabiani, circa un anno fa, i genitori degli alunni della scuola “Italo Calvino” si sono ritrovati a fare in conti con un lago per andare a prendere i propri figli. La conseguenza è stata l’arrivo di centinaia di segnalazioni e proteste da parte dei cittadini.

Giuseppe Catalano, Consigliere Comunale

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi