CATANIA – “Finalmente una buona notizia, dopo mesi di incontri e di mobilitazione del lavoratori. L’approvazione del protocollo per la gestione del rottame in Sicilia è un fatto positivo e rappresenta un primo passo nella regolamentazione della filiera del rottame secondo principi di efficienza e trasparenza”. Lo afferma il segretario territoriale della Uilm di Catania, Matteo Spampinato, che aggiunge: “Occorre, adesso, entrare nel percorso attuativo del protocollo per regolarizzare il flusso del rottame in Acciaieria, che in questi mesi ha subito un ulteriore calo. La Uilm e i lavoratori controlleranno con attenzione che si passi dalle parole ai fatti e, intanto, continueranno a battersi perchè in Sicilia il costo dell’energia sia equiparato a quello delle altre regioni italiane. Rivendichiamo una politica industriale capace di liberare le Acciaierie da tutti i costi impropri che la penalizzano”. “Lo stabilimento di Catania – conclude Matteo Spampinato – può diventare il centro di esportazione del gruppo Alfa Acciai in tutto il bacino del Mediterraneo, se viene messo nelle condizioni di competere con le altre realtà siderurgiche”.

Scrivi