ACI CATENA- Dopo l’arresto, avvenuto dieci giorni fa con l’accusa di corruzione, si è dimesso il  sindaco di Aci Catena Ascenzio Maesano.  Al centro dell’inchiesta per tangenti è emersa anche la presenza di due appalti per la fornitura di materiale hardware e software al Comune e l’aggiudicazione del progetto esecutivo denominato “Home Care” finanziato dall’Unione Europea per l’importo di euro 252 mila euro alla società “Halley Consulting spa“. Coinvolti nel caso anche l’imprenditore Giovanni Cerami e il consigliere comunale Orazio Barbagallo, che proprio qualche giorno fa ha lasciato il proprio incarico.

I fermi sono stati eseguiti dalla Dia di Catania nei confronti di amministratori e imprenditori del Comune di Aci Catena, in esecuzione di un provvedimento emesso dalla Dda della Procura di Catania nell’ambito di un’inchiesta sulla concessione di appalti per forniture all’Ente.


-- SCARICA IL PDF DI: Aci Catena, si è dimesso il sindaco Ascenzio Maesano arrestato per tangenti --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata