ACI SANT’ANTONIO – Successo di pubblico e consensi ha fatto registrare la manifestazione “Truck Driver – dietro il camion c’è di più”, che si è tenuta nell’arco dell’intera giornata di domenica scorsa. Dopo la presentazione degli automezzi in Piazza Maggiore, ad Aci S. Antonio, e la benedizione del parroco, nella piazza ad Aci Bonaccorsi, gli imponenti mezzi hanno sostato nella capiente piazza Unità d’Italia, dove sono rimasti in bella mostra per tutto il pomeriggio, intervallando esibizioni e gimkane. Schermata 2015-10-06 alle 16.10.59
Al numeroso pubblico è stata offerta la possibilità di ammirare non solo gli esterni dei mezzi ma gli interni, con abitacoli degni di un arredo dei migliori salotti.
“E’ stata davvero una grande emozione vedere sfilare nel nostro paese questi giganti della strada – ha dichiarato l’artista Maria Pia Cristaldi promotrice dell’evento organizzato dall’associazione Aci Sant’Antonio Riparte – illuminati a festa, finemente decorati, dalle cromature sfavillanti, dotati di ogni confort e delle ultime tecnologie meccaniche”.
Altrettanto interessante è stato scoprire il mondo degli autotrasportatori, veri protagonisti della giornata. Una categoria vista spesso con diffidenza dagli automobilisti, che questa volta hanno avuto l’occasione per scoprirne il lato umano e la semplicità. Il camionista è un’attività pericolosa, hanno fatto Schermata 2015-10-06 alle 16.11.36rilevare gli organizzatori, ma è grazie al suo lavoro che si muove l’Italia.
Non sono mancati momenti di spettacolo con l’orchestrina rustica “La Quartara”, le canzoni di Gianni Torrisi e le poesie di Nicola Raciti. La serata è stata magistralmente condotta dal critico d’arte prof. Peppe Livoti, di Reggio Calabria, nominato socio onorario del Circolo Santantonese.
Sono intervenuti, il dott. Giovanni Giovanni Rinzivillo, segretario regionale della FAI (Federazione Autotrasportatori italiani), l’on. Angela Foti, componente della commissione trasporti dell’Ars, il sindaco Santo Caruso e l’ex consigliere provinciale dott. Enzo D’Agata, componente dell’associazione organizzatrice.
I vincitori sono stati: per il “Cromatismo” il Volvo FH540 di proprietà della ditta Vassallo, guidato da Marco Caruso e Francesco Di Stefano; per l’ “Illuminotecnica”, il camion Scania 500 della ditta Puglisi, con l’autista Luca Puglisi; per l’”Immagine”, un altro Scania 500 della ditta Rapisarda, guidato da Gianny Salanitri Giocattolo.
Ai vincitori, oltre al trofeo, è stata donata una copia del libro “Maestri d’Arte del Carretto Siciliano”, di Salvatore Bella, come segno di continuità con un passato di cui il camion è l’odierno erede,
“Anche se – come ha sottolineato il presidente dell’associazione Giuseppe Musumeci – il vero scopo della manifestazione non è la competizione ma la socializzazione e il sano divertimento che ha affratellato gli autisti provenienti dalle varie province della Sicilia orientale e il numeroso pubblico presente”.
“Considerata l’ottima riuscita della manifestazione, grazie all’impegno di tutti i soci – ha concluso Musumeci – l’evento sarà riproposto il prossimo anno per diventare un appuntamento fisso negli anni a venire”.

S.R.

Scrivi