ACIREALE – “Il giardino della Belvedere di Acireale è stato finalmente ripulito dalle erbacce infestanti, che avevano invaso tutte le aiuole”. Lo comunica l’assessore ai Lavori Pubblici, Nando Ardita, che ricorda che l’intervento è stato eseguito grazie al protocollo d’intesa con il Consorzio “Il Nodo”, ente gestore del Sistema di Protezione per Rifugiati e Richiedenti Asilo. <<Tre ragazzi rifugiati seguiti dal coordinatore del progetto, il giardiniere Paolo Pulvirenti, sono riusciti intanto ad eliminare tutte le erbacce e ora potranno continuare il lavoro e rendere più bello il verde della Villa Belvedere, -dice l’assessore Nando Ardita-.  A fine mese dovrebbe arrivare la relazione finale degli agronomi della Commissione di verifica. Ci atterremo alle loro precise indicazioni e decideremo solo con quella relazione in mano quali alberi potranno essere salvati e quali invece dovranno essere abbattuti. Vorremmo poter riconsegnare tutto il giardino agli acesi nel più breve tempo possibile, ma soprattutto alla luce della tragedia verificatasi ieri a Catania, ci rendiamo conto che è indispensabile non sottovalutare la situazione>>.

Intanto il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, di concerto con l’assessore Ardita, ha dato indirizzo agli uffici del Settore Lavori Pubblici, di valutare le condizioni degli alberi presenti nel territorio urbano e annuncia l’intenzione di chiedere la collaborazione degli agronomi della Commissione di verifica della Villa Belvedere.

<<I tecnici della Commissione stanno lavorando con precisione e schedando ogni esemplare. Siamo in attesa della relazione finale, ma siamo già consapevoli che molti alberi dovranno essere abbattuti. Qualunque decisione sarà presa in considerazione del parere degli esperti e l’unica priorità sarà garantire la pubblica incolumità di chi entra al Giardino Belvedere,- annuncia il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo-. Ho disposto che gli Uffici si attivino per fare una ricognizione dello stato di salute degli alberi presenti sul territorio, ma non ci sono agronomi in pianta organica, e chiederò la disponibilità della Commissione di verifica della Villa per poterci avvalere, anche in questo caso, di un parere degli esperti>>.

Scrivi