ACIREALE – Il Consiglio comunale ha approvato il documento di indirizzo elaborato dalla III Commissione “Revisione P.R.G. – atto di indirizzo per destinazione e/o regolamentazione urbanistica zone bianche”. Nel Piano Regolatore Generale della città sono presenti delle zone bianche, aree in cui il vincolo era scaduto nel 2008 e non era ancora stato rinnovato.
“È un atto di indirizzo importante e necessario che la città intera aspettava da sette anni – afferma il consigliere di maggioranza Salvatore Seminara, membro della III Commissione – Abbiamo voluto dare un indirizzo generale in modo che non si debba più scendere nel singolo caso specifico di ogni zona. Sarà possibile avere una ridestinazione di queste zone bianche a carattere sociale e di interesse collettivo, piuttosto che strettamente edilizio”.
Concorda con il collega di Commissione anche il consigliere di opposizione Nino Sorace, soddisfatto dall’eliminazione della discrezionalità sui singoli casi. “È importante aver tracciato dei criteri a cui tutti dovranno attenersi in materia di edilizia e quant’altro, in modo tale da creare più equità senza distinzioni da caso a caso”.
Per l’assessore all’Urbanistica Francesco Fichera è un atto di straordinaria importanza perché “riporta alle competenze del Consiglio comunale tutto ciò che riguarda il Piano regolatore. Dare una destinazione alle aree di proprietà privata in cui sono decaduti i vincoli è una questione che in questi anni è stata assolutamente trascurata. Inoltre la delibera fornisce agli uffici dei criteri omogenei che garantiscono parità di trattamento, uguaglianza e coerenza. Una delle colpe della passata Amministrazione è stata quella di trascurare questo problema. Per legge avrebbero dovuto procedere alla revisione del PRG quindici mesi prima della scadenza (nel dicembre 2008). Di fatto il procedimento è stato avviato soltanto nell’ aprile 2014. È evidente dove risiedono le colpe di questo ritardo”.

Giuseppe Marano

Scrivi