ACIREALE – Il Consiglio comunale di Acireale ha approvato il Piano Triennale delle Opere Pubbliche. Ventiquattro i presenti, di questi 23 si sono espressi con voto favorevole, uno si è astenuto dal voto. Sono 114 le opere inserite dall’Amministrazione nel programma per il triennio 2014-2016, cinque sono comprese nell’elenco annuale dei lavori del 2014. Il Piano Triennale è approdato in aula nella scorsa seduta del 23 ottobre. Alla delibera di Giunta del 9 settembre sono stati aggiunti 11 interventi inseriti in un emendamento tecnico approvato dal Consiglio comunale.
<<E stata un’approvazione-flash, che ha registrato il voto unanime del Consiglio comunale. Si tratta ovviamente di una programmazione molto ampia e ci sono progetti già inseriti nel vecchio Piano triennale che porteremo avanti,- commenta il sindaco, Roberto Barbagallo -. A parte gli interventi previsti per la prima annualità, tra cui la messa in sicurezza del Torrente Lavinaio-Platani e del viale Cristoforo Colombo, che avranno priorità, l’Amministrazione punterà a far diventare realtà due nuovi progetti: la bretella che collegherà l’autostrada alla statale 114 all’altezza di Capo Mulini e a realizzare tutti gli interventi di adeguamento e sistemazione per le frazione a mare con i Fondi GAC>>.
<<Sono molto soddisfatto del lavoro svolto dalla IV Commissione Consiliare, presieduta da Riccardo Castro, che ha rapidamente operato sia sul Piano triennale sia sull’emendamento tecnico proposto in Consiglio, -commenta l’assessore ai Lavori pubblici, Nando Ardita -. Ci sono progetti ereditati dal vecchio Piano triennale, ma anche assolute novità, segnali precisi, che questa Amministrazione vuole dare alla città. Tra queste voglio evidenziare l’inserimento nel Piano triennale dell’Isola ecologica, che finalmente ci consentirà di innalzare l’asticella della percentuale di raccolta differenziata, di avviare un nuovo corso che consentire anche un enorme sgravio economico per le casse comunali e le tasche dei cittadini>>.

Scrivi