ACIREALE – Il giudice della Quarta Sezione Civile e Fallimentare del Tribunale di Catania Antonio Caruso ha rigettato l’istanza di fallimento presentata dalla Procura di Catania a danno della società di gestione Terme di Acireale SpA, a seguito delle indagini condotte dalla Guardia di Finanza nei mesi scorsi. Scongiurato per il momento l’avvio di una procedura concorsuale fallimentare che avrebbe complicato maledettamente il cammino verso l’affidamento degli stabilimenti ai privati, come previsto dalla legge regionale n.11 del 2010, prosegue pertanto la gestione liquidatoria. Convocata l’Assemblea dei Soci, con la speranza che il Socio Regione si presenti regolarmente ed eserciti tutte le sue prerogative di azionista unico delle Terme di Acireale SpA.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi