Arrivano i provvedimenti dell’Amministrazione comunale per aiutare tutti i proprietari degli immobili danneggiati dall’evento calamitoso nell’esecuzione dei avori di riparazione delle case.

La giornata si è aperta all’area C.O.M. di corso Italia con una Conferenza dei Servizi. Intorno al tavolo erano seduti il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, l’assessore all’Urbanistica, Francesco Fichera, l’assessore alla Protezione Civile, Rory Pietro Paolo, i dirigenti degli uffici tecnici comunali, il dirigente responsabile del servizio regionale di Protezione Civile per la provincia di Catania, Giovanni Spampinato e la Soprintendente di Catania , Fulvia Caffo e il dirigente dell’ufficio del Genio Civile di Catania, Gabriele Ragusa.

All’incontro hanno partecipato anche i rappresentanti delle associazioni dei professionisti: geometri, ingegneri e architetti, coinvolti dall’Amministrazione affinché si lavori rapidamente e in sinergia. ‹‹Abbiamo innanzitutto valutato l’esigenza di snellire e accelerare la procedura burocratica. Molti degli immobili danneggiati ricadono nel centro storico e la sistemazione richiede il parere del Genio civile e della Soprintendenza, che hanno messo a disposizione dei nostri uffici un loro funzionario per le pratiche di loro competenza, in modo che la procedura per l’autorizzazione degli interventi sia diretta.

Abbiamo discusso anche della modalità per la rendicontazione delle spese per coloro che hanno realmente subito danni a causa della calamità del 5 novembre, per ottenere il risarcimento qualora arrivassero le risorse››, spiega il sindaco, Roberto Barbagallo.   Nel pomeriggio l’Amministrazione con una delibera di Giunta ha inoltre stabilito che i proprietari degli immobili danneggiati dall’evento calamitoso che faranno richiesta per l’esecuzione dei lavori di riparazione delle coperture e dei prospetti sono esonerati dal pagamento dei diritti di segreteria, amministrativi e di quelli relativi all’occupazione del suolo pubblico. Sarà sospeso anche il pagamento della sosta sulle aree delimitate dalle strisce blu colpite dagli eventi e indicate nella delibera. Il sindaco, inoltre, invita tutte le ditte private che stanno eseguendo i lavori nel territorio acese a rispettare e a non dimenticare l’importanza delle norme di sicurezza. Si comunica che fino a domani è consentito scaricare nell’area C.O.M di corso Italia solo gli scarti vegetali, l’autorizzazione è valida solo per i residenti nel Comune di Acireale.

 

 

Scrivi