ACIREALE- Stamattina nel Salone del Palazzo del Turismo il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, l’assessore all’Urbanistica, Francesco Fichera e il funzionario del Settore, Carmelo Strano, hanno illustrato le direttive dei provvedimenti di rateizzazione deliberati dall’Amministrazione per agevolare la definizione delle pratiche di sanatoria edilizia. Erano presenti alla conferenza stampa anche i rappresentanti degli ordini professionali, cui l’Amministrazione ha chiesto supporto e collaborazione per pubblicizzare le agevolazioni previste.
<< La Giunta ha deliberato due provvedimenti, che anche l’attuale crisi economica ci richiedevano. Con la prima delibera, che riguarda proprio le richieste di sanatoria edilizia, l’Amministrazione ha concesso la possibilità di rateizzare il 50% dell’oblazione da versare al Comune. Riteniamo possa essere un imput importante per agevolare la definizione almeno di una buona parte delle oltre 1500 pratiche che ancora gravano sul territorio del Comune di Acireale. L’altro provvedimento prevede la rateizzazione per il mancato pagamento degli oneri concessori,- ha spiegato l’assessore Fichera-. In questi mesi di attività nel settore Urbanistica abbiamo fatto una ricognizione delle pratiche edilizie che richiedono la riscossione di oneri concessori e abbiamo verificato che ci sono tantissimi ritardi di pagamento, che hanno comportato l’applicazione automatica delle sanzioni previste dalla legge, in alcuni casi molto salate, che i richiedenti non sono stati in grado di pagare. Il pagamento anche in questo caso potrà essere dilazionato in 36 mesi>>.
<<Da troppo tempo queste pratiche giacciono sui tavoli del Comunali e abbiamo pensato che questo possa essere un sistema utile per le esigenze dell’ente e del cittadino. Aiuterà il cittadino a mettersi in regola e l’ente a smaltire tutte le pratiche accumulate e a recuperare almeno un milione di euro,- ha detto il sindaco, Roberto Barbagallo-. La modulistica sarà pubblicata sul sito del Comune, ma abbiamo coinvolto e chiesto la collaborazione degli ordini professionali, dato che i tecnici faranno la loro parte nell’istruzione delle pratiche ed è importante che si avvii una collaborazione fattiva tra l’Amministrazione e tutti gli ordini professionali per la semplificazione e lo snellimento della burocrazia>>.

Scrivi