ACIREALE – A Palazzo del Turismo è stata presentata l’iniziativa “Un vecchio giocattolo, un nuovo sorriso”, la raccolta di giocattoli usati patrocinata dal Comune di Acireale e organizzata dalla V e dall’VIII Commissione consiliare permanente, in collaborazione con Csve, Croce rossa italiana, il Gruppo comunale di volontari di Protezione civile, Confcommercio e Confesercenti. I giocattoli saranno raccolti fino all’8 dicembre dalle 10.00 alle 13.00 e dal 15 al 29 novembre dalle 16.30 alle 19.30, presso i locali della Protezione civile al Centro Com di corso Italia e in piazza Duomo, 26.
“Abbiamo voluto organizzare un’iniziativa semplice, che potesse raggiungere e coinvolgere tutti gli acesi. Il nostro pensiero è andato ai più piccoli che non hanno la possibilità di avere un giocattolo e che non riceveranno un regalo di Natale. Il giocattolo è fondamentale per la loro crescita e il loro sviluppo e per i bambini è sempre il dono più bello”, dice il presidente dell’VIII Commissione consiliare, Maria Teresa Privitera.
“E’ un’iniziativa benefica che ha anche un importante valore formativo: promuove il principio della solidarietà tra i bambini e li stimola a donare a chi è meno fortunato, per questo abbiamo coinvolto anche gli istituti comprensivi cittadini come centri di raccolta permanente,- spiega il presidente della V Commissione consiliare, Francesca Messina -. Ci aiuteranno, fra gli altri, il Csve che promuoverà l’iniziativa, il Gruppo comunale volontari Protezione civile, che si occuperà della raccolta e della selezione dei giocattoli, che dovranno essere a norma, e che li catalogherà e la Croce rossa, che si occuperà della distribuzione”.
Un plauso all’iniziativa delle due Commissioni arriva dal sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, che ha assicurato il pieno sostegno dell’Amministrazione. “Sono sicuro che si tratti della prima di tante iniziative di solidarietà che saranno organizzate in vista delle festività natalizie. Acireale vanta tante associazioni molto attive e sensibili ai bisogni e ai disagi del territorio, che costituiscono un valore aggiunto prezioso. L’Amministrazione sarà ben lieta di fare la propria parte, di promuoverle e sostenerle”.

Scrivi