ACIREALE – Il Consiglio comunale di Acireale  ha approvato l’ampliamento dell’oggetto sociale Sogip Srl, società a totale capitale pubblico, con socio unico il Comune di Acireale, a cui è affidata in concessione la gestione del servizio idrico e la distribuzione e la vendita del gas metano nel territorio di Acireale. La proposta dell’Amministrazione comunale è stata approvata quasi all’unanimità: 26 i consiglieri presenti al momento del voto, 25 i voti favorevoli, uno astenuto.
“Siamo convinti – dice il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo – che la Sogip abbia gestito bene e con efficienza i servizi di cui fino ad oggi si è occupata, che rimarranno i servizi principali della partecipata, e che abbia delle risorse importanti che potrebbero essere molto utili alla città. Quindi abbiamo pensato di ampliare l’oggetto sociale, così da avere la possibilità di sfruttare in economia altri servizi offerti dalla partecipata, quando e se occorrerà. Per il cittadino non cambierà nulla se non l’eventuale possibilità di avere un servizio migliore, abbiamo anche nominato come amministratore unico, un amministratore interno , i segretario generale del Comune, in modo da tagliare i costi e far risparmiare anche i cittadini”, commenta .
“Ci rendiamo conto che la città risente di alcuni servizi carenti – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Nando Ardita – alla luce di questa valutazione, abbiamo voluto inserire nell’oggetto sociale Sogip, che è una partecipata al 100% del Comune di Acireale, è sottoposta al controllo come fosse un ufficio dell’ente e non è una società strumentale, ma eroga servizi,  che potranno eventualmente essere affidati alla società. La Sogip potrà essere attivata ad esempio per la cura del verde pubblico, la manutenzione delle strade, la pubblica illuminazione e la riscossione coattiva dei crediti”.

Scrivi