Peppe Marano

ACIREALE – Ed ecco che un bel giorno Acireale si svegliò negli anni ’90. “Terme regionali di Acireale, aperte tutto l’anno”. Locandine pubblicitarie con questa frase ed una foto delle Terme sono apparse venerdì mattina per le strade di Acireale, in piazza Duomo, al corso Umberto, al Palavolcan, al teatro Maugeri, in corso Savoia, in via Paolo Vasta ed in viale Regina Margherita. L’iniziativa, ad opera di ignoti, probabilmente vuole rivivere i tempi passati ed al contempo denunciare lo stato di totale abbandono delle strutture e del parco.

I manifesti in questione sembrano risalire al periodo a cavallo tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90, quando, come si può vedere, le Terme offrivano anche servizi come terapie e diagnosi di asma e bronchite. Oggi praticamente nulla resta degli anni passati, se non edifici totalmente abbandonati, una piscina che ha fatto la storia della pallanuoto acese adesso in disuso ed un parco lasciato all’ incuria che, a ben pensarci, se curato e ben gestito avrebbe potuto rappresentare una valida alternativa alla Villa Belvedere.

Impossibile non notare come i manifesti siano stati affissi in molti posti simbolici: dal cancello della villa al Teatro Maugeri, dal Palavolcan allo storico Bar Costarelli. Impossibile, quindi, non pensare che lo scopo dell’ignoto autore dell’atto sia focalizzare l’attenzione sul progressivo ed inesorabile declino della città, che si sta vedendo privata un pezzo alla volta di tutti quelli che erano i suoi punti di forza sotto l’aspetto economico, turistico, culturale, sportivo e storico.

Saranno rimasti un po’ delusi coloro che per un attimo hanno sognato di poter andare a rilassarsi alle Terme, salvo poi ricordarsi che non esistono quasi più. All’ignoto autore va un plauso per aver fatto rivivere i tempi belli ed aver in qualche modo posto l’attenzione su una delle maggiori problematiche di Acireale. E se ha voluto lanciare un messaggio, si spera che chi di dovere abbia recepito.

 

 

 


-- SCARICA IL PDF DI: Acireale, riaprono le Terme tutto l'anno, ma prima riportate le lancette indietro di vent'anni --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata