image-21-09-15-03-42

Roy Pietropaolo

ACIREALE − L’ assessore alla Polizia municipale di Acireale Rory Pietropaolo ha presentato le dimissioni in seguito alle polemiche sul presunto abuso edilizio riguardante la ristrutturazione di un immobile del centro storico appartenente alla sua famiglia.

“Lascio l’incarico per molteplici motivi” ha spiegato l’assessore, “innanzitutto per non coinvolgere in queste vicenda il sindaco e la Giunta, ma anche perché non si possa dire che il mio ruolo all’interno dell’amministrazione influenzerà in qualche modo gli accertamenti degli uffici comunali e per avere la libertà di reagire come riterrò più opportuno agli attacchi da parte dei miei avversari, politici e non”.

Il sindaco Roberto Barbagallo ha dichiarato che per il momento terrà per se le deleghe alla Polizia municipale, ai Servizi demografici ed alla protezione civile. “E’ il fallimento del progetto ‘Cambiamo Acireale’” questo afferma il deputato acese Basilio Catanoso, a seguito delle dimissioni dell’assessore acese alla Polizia urbana e Protezione civile, Rory Pietropaolo. “Quanto accaduto in questi giorni non è altro che la ciliegina sulla torta di una serie di inefficienze associate alla evidente mancanza di progettualità.  Sta accadendo quel che avevamo facilmente previsto durante la campagna elettorale. L’assessore Pietropaolo, dimettendosi, ha dimostrato anche serietà;  quel che non si capisce è perché la stessa cosa non sia accaduta per il sindaco…  Chi va con lo zoppo, all’anno zoppica”, chiude l’on. Catanoso.

La vicenda di via Cavour è paradossale, e non si esaurisce certo con le doverose dimissioni dell’assessore Rory Pietro Paolo. Quanto accaduto oggi dimostra che le preoccupazioni del Pd in merito alla demolizione di un edificio ottocentesco in via Cavour erano fondate, e riteniamo positivo che a seguito della nostra presa di posizione si sia aperto un dibattito politico in città. Ma non basta: gli accertamenti degli uffici comunali dovranno rivelarsi celeri e fare chiarezza sulla vicenda. Se così non fosse si creerebbe un gravissimo precedente che rischia di compromettere i connotati stessi del centro storico di Acireale. Il circolo Pd di Acireale chiede infine a tutti gli organi di controllo, compresa la Soprintendenza ai Beni culturali, un supplemento di attenzione sugli interventi nelle aree oggetto di tutela.

 

Giuseppe Marano

 

Scrivi