Peppe Marano

ACIREALE − È stata presentata ad Acireale la web application “Hodostore”, piattaforma open source che permetterà di avere un archivio sempre aggiornato sulla toponomastica della città. Hodostore, dal greco “hodos” (strada, cammino) e l’inglese store (negozio, deposito), è una piattaforma creata da Mirko Monaco, ventiseienne dottore in ingegneria delle telecomunicazioni, per conto della commissione toponomastica, rappresentata in questa occasione da Rosario Patanè. La piattaforma avrà la duplice funzione di creare un database relativo alle vie di Acireale e fornire alla città uno strumento di consultazione relativo alla storia della propria città. Tramite un sistema di tag, infatti, sarà possibile acquisire informazioni relative al numero di vie intitolate ad una determinata categoria di persone (ad esempio, digitando il tag “donne” sarà possibile scoprire quante vie ad Acireale sono intitolate a personaggi femminili). Inoltre, cercando una determinata via sarà possibile conoscerne le coordinate geografiche, una breve descrizione sul personaggio a cui la via è dedicata e gli elementi d’interesse storico-artistico.

Grande soddisfazione è stata espressa dall’amministrazione comunale, rappresentata dal sindaco Roberto Barbagallo e dall’assessore all’urbanistica Francesco Fichera, per i quali Hodostore è uno strumento che permetterà ai cittadini di conoscere la storia della città e di coloro ai quali le vie sono intitolate, potendo anche collaborare nella costruzione del database. Molto soddisfatto anche Rosario Patanè, compiaciuto dal fatto che la commissione toponomastica ha finalmente uno strumento che faciliterà il loro lavoro, potendo trovare più facilmente quei luoghi senza nome o con nomi che sarebbero dovuti essere provvisori da poter intitolare a personaggi degni di questo onore.

Scrivi