Ada Alberti: “A novembre in libreria le nuove previsioni per il 2016”

di Elisa Guccione

ROMA– Passionale ed orgogliosa delle sue origini catanesi. Racconta con stile e classe i vari movimenti astrali da anni in tv, in radio e nei vari giornali. Parliamo di Ada Alberti protagonista, nel corso degli anni sia in Rai che in Mediaset, di numerosi programmi di successo come “ Uno Mattina”, “Domenica In”,  “Verissimo” … . La incontriamo poco prima che inizi la sua rubrica televisiva all’interno del programma “Pomeriggio Cinque” approfondendo i suoi imminenti impegni senza dimenticare gli esordi all’ombra del nostro elefante.Ada-Alberti13

-È il volto costante dell’oroscopo di Mediaset. Le sue rubriche a “Mattino Cinque” e “Pomeriggio Cinque” registrano grandi punte di share. Come spiega questo successo?

(ride)

“In video non sono artefatta ma parlo con chi mi segue come se parlassi con mio marito e i miei familiari. Credo dipenda da questo il grande ascolto durante i miei spazi a “Mattino Cinque” e “Pomeriggio Cinque”, forse la mia genuinità ha fatto in modo che io fossi presente ormai da anni in entrambi i programmi”.

-Il 2015 sta per finire e questo è un periodo caldo per tutti gli astrologi. Cosa sta preparando?

 “I primi di novembre, edito da “Five Store” di Mediaset, uscirà il mio libro con le previsioni del 2016”.

-Possiamo avere qualche anticipazione?

“È stato scritto interamente a Catania. Sarà un lavoro differente rispetto alle altre edizioni, perché in base alle indicazioni astrali parlerò oltre all’amore, alla salute, al lavoro e ai soldi anche dell’alimentazione più adatta ai vari segni”.Ada-Alberti16

-Ci racconta come si è avvicinata al mondo dell’astrologia?

“Ho sempre creduto, sin da piccola, ai fenomeni paranormali ma non all’astrologia, nonostante mio padre fosse un astrologo. Non ritenevo possibile che attraverso dei numeri si potesse arrivare alla vita di una persona. Un giorno mio padre mi regalò un libro e cominciai ad approfondire lo studio degli astri.  Non è un lavoro facile, richiede una buona preparazione matematica e  fui “costretta” a prendere lezioni private da parte di un professore, per cercare di affrontare tutti i ragionamenti aritmetici  necessari per comprendere questo mondo”.

-Ada Alberti nasce a Catania anche artisticamente. Ci parla del suo debutto?

“Sono apparsa per la prima volta in Tv a Telecolor e poi Antenna Sicilia, Tele Jonica, Tele Etna. Devo il mio inizio a Michela Giuffrida, che mi vide in un’intervista di rai uno, a cui non volevo partecipare perché pensavo fosse uno scherzo. Dopo quell’intervista iniziò la mia avventura televisiva e la mia carriera”.

Ada-Alberti18– È vero che si arrabbia quando pensano che non sia siciliana?

“Amo la mia terra e in qualunque posto del mondo sono fiera di svelare le mie origini catanesi. Facendo televisione ho dovuto modificare il mio accento ed ho studiato dizione con Anna Malvica e Fioretta Mari impegnandomi con grande serietà, perché Rai Uno come clausola necessaria per essere confermata richiedeva un’intonazione pulita e non regionale. Mio marito Franco (è sposata con l’attore Franco Oppini dal 2003 ndr) è mantovano e quindi anche non volendo subisco il suo accento. Quando mi arrabbio però esce fuori tutto il fuoco e la passione dell’Etna compreso il nostro accento”.

-Cosa le piace fare quando ritorna a Catania?

“Osservo la città con i suoi colori e i suoi profumi. Quando scendo dall’aereo sento subito il profumo degli arancini e irreversibilmente ingrasso, perché non resisto alla bontà della nostra cucina. Adoro gli Iris. (ride) Mi arrabbio, però, quando vedo la nostra terra gestita male, senza alcun rispetto per le nostre immense risorse”.

-In qualunque parte d’Italia si trovi immagino che la gente le chieda informazioni e previsioni sul proprio futuro …

(ride)

“Mi diverte molto la curiosità della gente e non mi dà affatto fastidio rispondere alle loro domande. Ovunque io vada è sempre così. Cerco anche nei momenti di stanchezza di essere sempre gentile, perché è bello regalare un sorriso a chi ti segue sempre con affetto”.19426_1084065478285926_7404229831298024368_n

-Un saluto ai nostri lettori di Siciliajournal che la seguono sempre con affetto

“Non mollate mai, lottate per i vostri sogni. A me all’inizio mi dicevano che non ce l’avrei mai fatta e invece testarda come tutti gli arieti ho combattuto per i miei obiettivi arrivando fin qui. Guai a farsi abbattere dai pregiudizi degli altri”.

Elisa Guccione

Scrivi